Patrick Zaki è stato scarcerato | Rolling Stone Italia
Home Politica

Patrick Zaki è stato scarcerato

Lo studente egiziano dell’Università di Bologna è stato rilasciato dopo 22 mesi di carcere, ma non è stato assolto: la prossima udienza sarà il 1° febbraio

Foto via Twitter

Patrick Zaki è stato finalmente scarcerato. Lo studente egiziano dell’Università di Bologna è libero dopo 22 mesi di reclusione. Eipr, l’Ong per la quale lavorava come ricercatore, ha pubblicato la prima foto fuori dal carcere, in cui abbraccia la sorella. Zaki però «non è stato assolto»: dovrà presentarsi in tribunale per una nuova udienza il 1° febbraio.

Era detenuto in Egitto dal febbraio 2020: formalmente il procedimento parla di “diffusione di notizie false dentro e fuori il paese” ma in ballo ci sono questioni politiche. Le accuse riguardano tre articoli giornalistici sul trattamento riservato alla comunità cristiana copta (a cui appartiene la famiglia di Zaki) in Egitto. Il suo legale aveva raccontato che subito dopo l’arresto era stato torturato. Dal carcere di Mansura era stato trasferito alla prigione di Tora (a maggioranza di prigionieri politici) ed era stato detenuto in condizioni degradanti, senza poter comunicare con l’esterno o ricevere visite dalla famiglia (con la motivazione ufficiale dell’emergenza coronavirus).

Negli ultimi anni – complice anche il caso di Giulio Regeni – molti attivisti e personalità politiche avevano rilanciato una campagna di pressione per la sua liberazione, che finalmente ha avuto successo.