Home TV

Tutto quello che c’è da sapere sul mondo di ‘Watchmen’

Per prepararci al debutto dello show targato HBO di Damon Lindelof, ecco la nostra guida all'universo del fumetto cult di Alan Moore e Dave Gibbons

Rorschach nel fumetto originale di 'Watchmen'

DC Entertainment

La serie tv di HBO su Watchmen rappresenta allo stesso tempo un grande scostamento dal fumetto del 1986 a cui è ispirata e un sequel piuttosto fedele. Si svolge 34 anni dopo, molti dei personaggi sono nuovi di zecca – così come l’attenzione alle tematiche razziali e alla storture della supremazia bianca – e i riferimenti all’originale di Alan Moore e Dave Gibbons sono scarsi e indiretti. Eppure lo show vive in quel mondo e considera storici gli eventi del fumetto, anche se non tutto viene sempre spiegato.

Se siete curiosi di vedere la serie, ma non avete mai letto il fumetto – né visto il film del 2009 di Zack Snyder, che ripropone fedelmente gran parte della trama – o non lo ricordate bene, ecco alcune cose chiave da sapere sulla realtà alternativa di Watchmen.

C’era una volta una banda di eroi in costume

Alla fine degli anni Trenta il mondo ha assistito a un boom di vigilanti mascherati, a partire dal misterioso e imponente Giustizia Mascherata, finché a New York e dintorni si è riunito un numero sufficiente di eroi per formare una squadra, nota come Minutemen. Le loro avventure sono state più pubblicitarie che altro, e ci sono stati brutti incidenti all’interno del team, come Edward Blake, aka il Comico, che ha tentato di stuprare Sally Jupiter, ovvero Spettro di Seta, prima che intervenisse Giustizia Mascherata.

Negli anni Sessanta è arrivata una nuova generazione di eroi – tra cui un nuovo Spettro di Seta (la figlia di Sally Laurie), l’uomo più intelligente del mondo Adrian “Ozymandias” Veidt, Gufo Notturno (vero nome Dan Dreiberg), armato di gadget, l’intenso e il brutale Rorschach (Walter Kovacs per gli amici, se ne aveva qualcuno) e l’onnipotente Dr. Manhattan (ci torneremo). C’è stato un breve tentativo di formare una nuova squadra chiamata Crimebusters, combinando i neofiti con i Minutemen rimanenti, ma l’idea è morta prima della fine del primo incontro.

Quella banda non esiste più

Nel 1977 gli eroi mascherati erano diventati così impopolari che il Keene Act, chiamato così dal senatore Joe Keene, li aveva messi al bando. La maggior parte si è ritirato, ma il Comico e il Dr. Manhattan hanno continuato a lavorare per il governo, mentre Rorschach ad operare al di fuori della legge.

C’è solo un vero supereroe

Mentre gli altri personaggi riescono a cavarsela con i pugni o i loro strani gadget, il Dr. Manhattan – un fisico (e figlio di un orologiaio) che si chiamava Jon Osterman, prima che un incidente con un “sottrattore del campo intrinseco” lo facesse a pezzi a livello atomico e lo rimettesse insieme in una forma blu brillante – è così potente da essere indistinguibile da Dio. La sua presenza è responsabile della maggior parte delle grosse divergenze tra il nostro mondo e quello degli Watchmen, dai progressi tecnologici – come il dirigibile che pilota Gufo Notturno – ai cambiamenti nella storia geopolitica. A proposito…

Gli Americani hanno vinto la guerra in Vietnam. E Nixon ha esteso la propria carriera politica ben oltre il limite costituzionale dei due mandati

Il Dr. Manhattan ha sconfitto da solo i Viet Cong e, grazie anche al lavoro sporco del Comico (che, è implicito, ha ucciso Woodward e Bernstein), ha reso Richard Nixon così popolare e invulnerabile che il 22esimo emendamento è stato abrogato, lasciando Tricky Dick alla Casa Bianca dal 1985 – e la nazione sull’orlo della guerra nucleare con l’Unione Sovietica.

La morte del Comico è stata violenta (e la sua vita parecchio complicata)

Sebbene il fumetto rimbalzi avanti e indietro nel tempo, la storia inizia con l’omicidio di Edward Blake e il modo in cui l’indagine di Rorschach inizia a riportare al lavoro gli altri eroi in pensione. Nel frattempo Laurie – che ha frequentato il Dr. Manhattan per anni, ma lo ha lasciato per il più emotivamente disponibile Dan Dreiberg – è scioccata nel rendersi conto che Blake è il suo padre biologico, non a causa del tentativo di stupro, ma di una relazione consensuale che ha avuto con sua madre dopo.

Un calamaro alieno gigante ha salvato il mondo

Viene rivelato che Veidt è sia l’assassino di Blake che la mente di un complotto per evitare l’armageddon nucleare fingendo un attacco alieno su New York, sotto forma di un gigantesco calamaro falso che viene tele trasportato nel centro di Manhattan. L’arrivo del mostro biomeccanico uccide tre milioni di persone e convince il mondo intero a unirsi contro questa apparente minaccia proveniente da un’altra dimensione (qui c’è la più grande deviazione tra il fumetto e il film di Snyder, perché il regista ha abbandonato la teoria del calamaro a favore di una versione in cui Veidt escogitava un modo per far sembrare che il Dr. Manhattan avesse attaccato l’umanità).

La verità potrebbe venire a galla

All’indomani della bufala globale di Veidt, il Dr. Manhattan (che ha già iniziato a trascorrere più tempo su Marte che sulla Terra e ha in programma di lasciare il nostro pianeta per sempre) uccide Rorschach per impedire all’ossessivo vigilante di rivelare la verità e rovinare questa possibilità di pace. Ma la serie termina con uno dei diari di Rorschach – che include la sua dichiarazione che Veidt ha ucciso Blake – nelle mani di un collaboratore della sua rivista di destra preferita.

Watchmen arriva su su Sky Atlantic e NOW TV in contemporanea con la messa in onda americana, dal 21 ottobre – alle 3 della notte fra il 20 e il 21 e poi alle 21.15.

Leggi anche