X Factor, inizia la gara: dalla Mara innamorata al nuovo Jay (Fede)z

Dopo gli Home Visit ecco 5 trend per capire cosa ci aspetta ai live di settimana prossima del talent di Sky

A squadre completate ecco 5 tendenze emerse dalle audizioni fino agli Home Visit. Segnali che probabilmente cambieranno passo e identità a questa edizione di X Factor che da settimana prossima entrerà nel vivo, con i live.

Manuel goes to pop Voto: 7

La poppizzazione definitiva del frontman degli Afterhours che lascia nel cesto della biancheria sporca la t-shirt degli Afghan Wings, assegnando ai suoi gruppi le hit del momento, da Ed Sheeran agli Imagine Dragons. Il pop touch definitivo è il passaggio ai live di Sem & Stenn: too H&M to die, direbbe il saggio. Aspettiamo un featuring di Manuel nel nuovo disco di Sferaebbasta.

Da Lil Fedez a Jay (Fede)z Voto: 8

Dello swag arrogante del piccolo (Lil) Fedez rimane poco. Il musicista ostenta una naturale serietà davanti alle telecamere e ai suoi ragazzi, trasformando il suo X Factor in un The Apprentice della musica. Vestito più come un mister cool della Champions – camicia bianca dentro ai pantaloni – che un rapper, Fedez vola con i ragazzi fino a Dubai pimpando al massimo – con tanto di limo e hotel con l’acquario pieno di squali – il suo novello profilo da italian Jay Z. Manca solo il passaggio dalla svaporella al sigaro cubano.

La nuova “fragile generation” Voto: 5

Concorrenti, donne e uomini, che piangono, si emozionano, dimenticano pezzi di canzone andando nel panico, chiedono scusa, ripiangono. Ormai non c’è esibizione a cui non sudino le mani, tachicardica, il tutto senza pudore né timidezza, come se fosse un ingrediente della performance. Il consiglio è di recuperare a scelta un quinto giudice, psicanalista possibilmente lacaniano, ché fa più cool. Ve lo immaginate Recalcati col chiodo (già ce l’ha) di fianco a Mara?

Mara in love Voto: 8

E’ l’unica a mettere sul tavolo la scivolosa carta della sensualità, facendo girare un po’ di ormoni per lo studio. Sente e commenta la fisicità dei suoi cantanti over in gara, e mette il coefficiente sexy tra i parametri di giudizio per la scelta finale. Dove gli altri giudici paiono anestetizzati (più che ipocriti pare abbiano fatto voto di castità), Mara ci tiene a tenere in considerazione chi “fa sangue” e chi no. Per il bene del programma, s’intende.

Rita e la fine dello storytelling Voto: 9

Rita ha una gran voce. Rita ha alle spalle una storia difficile. Rita sa emozionare. Rita vincerà. Rita è troppo fragile. Rita è antica. Rita vincerà. Già prima dell’inizio dei live siamo andati in overload di commenti sulla concorrente Rita Bellanza. Quindi, lasciatoci alle spalle il suo storytelling, possiamo finalmente tornare soltanto a sentirla cantare.