Home TV News TV

X Factor 12, le pagelle del quarto live show

Mara Maionchi si è finalmente presa la scena, Naomi non viene capita e Sherol dovrà tirare fuori qualcosa dal cilindro se non vuole rimanere solo una con una grandissima voce.

Sfoglia la gallery 15 Foto

Se X Factor fosse una serie tv, quella di ieri sarebbe stata la puntata centrale in cui si sciolgono i misteri cruciali e si inizia a tirare dritti verso il final season. Sono rimasti in gara otto concorrenti, tutti fortissimi, e dalla prossima settimana porteranno i loro inediti, ora è impossibile prevedere chi sarà eliminato.

Mara maionchi in the sky with diamonds

Aspettavamo con ansia il momento in cui Mara Maionchi (voto 9) si sarebbe presa tutta la scena e i suoi novanta minuti di applausi. È successo ieri, dopo l’esibizione del suo top player Anastasio (voto 8), oggetto di attriti (non del tutto assopiti) con Manuel. Dopo il suo classico pezzo rappato (a proposito, ci avete fatto caso che c’è sempre di mezzo qualche guerra?) su Another brick in the wall, Mara è partita come un razzo, urlando e battendo le mani, esultando come un gol nei minuti di recupero, mentre Agnelli dentro di sé ripeteva la nuova versione del Padre Nostro al contrario. È stato semplicemente fantastico.

Gabbie di strategie

Finora abbiamo sempre elogiato il buon vecchio Manuel Agnelli (voto 5) e il suo ritrovato entusiasmo nei confronti dell’esistenza tutta, ma c’è da dire che forse questo eccessivo attaccamento alla sua squadra gli si sta ritorcendo un po’ contro. Dopo l’inutile invettiva contro Anastasio, ieri abbiamo avuto la sensazione che avesse fiutato l’occasione ghiotta di fare fuori Naomi mandandola al ballottaggio contro i Seveso Casino Palace, e di mettere in crisi una seria candidata per la finale. Un eccesso di strategia e anche un eccesso di sicurezza affidare un mostro sacro e intoccabile come Battisti a una giovane come Luna (voto 6), che appartiene a un immaginario totalmente diverso. Manuel torna tra noi e partecipa a questo gioco con serenità e vedrai che sarà anche meglio.

Pubblico di merda!

Ho vissuto come un’umiliazione personale vedere una come Naomi (voto 9,5) sprofondare lentamente nel baratro del ballottaggio e poi addirittura del tilt finale. Il discorso è semplice: non si può prevedere chi vincerà perché entrano in gioco una serie di fattori incalcolabili, ma di sicuro una come Naomi deve esibirsi sul palco della finale senza la minima discussione. Oltretutto quella di ieri è stata un’esibizione pazzesca, totalmente incompresa e che il pubblico non ha capito. Cantare Metropolitana di Giuni Russo, con una parrucca rosa in testa e i led scintillanti in prima serata, sotto cortisone e con quel mash-up di immaginario ultra-pop e voce lirica è assolutamente il meglio che si possa chiedere a X Factor e tutto questo va alimentato, non mandato al ballottaggio. Spero che questo non freni Fedez (voto 7,5) a fare scelte diverse in futuro e soprattutto che questo genere sia quello che ci proporrà Naomi con il suo inedito.

Eliminazione

Alla fine le cose sono andate come dovevano andare, ovvero Naomi si è salvata e ci hanno abbandonato i Seveso Casino Palace, ai quali vogliamo un gran bene, ma che purtroppo erano sembrati i più deboli già da un paio di settimane. Non è bastata la loro migliore esibizione da quando sono iniziati i live, perché il livello ora si è davvero alzato: Leo Gassman e Renza Castelli (voto 7 a entrambi) crescono di puntata in puntata e anche se non saltano all’occhio, hanno una continuità e un rendimento costante dalla loro parte. Martina Attili (voto 7,5) e Sherol (voto 6,5) non sono in discussione, anche se Sherol dovrà tirare fuori qualcosa dal cilindro se non vuole rimanere solo una con una grandissima voce. Infine a Lodo Guenzi (voto 6,5) rimangono i Bowland, che fanno sempre la loro porca figura. Saranno gli inediti di tutti loro a darci ulteriori indizi sul finale di stagione.

Leggi anche