“Stranger Things”: tutti i vostri dubbi verranno chiariti nella seconda stagione (se ci sarà)

Non è ancora stato annunciato il seguito della serie con Winona Ryder, ma si sa già di cosa tratterà
Un'immagine della prima stagione di "Stranger Things"

Un'immagine della prima stagione di "Stranger Things"


Nonostante il grande successo della prima stagione di Stranger Things, Netflix non ha ancora annunciato ufficialmente se la serie con Winona Ryder avrà un seguito o meno.

Di sicuro, però, Ross Duffer, uno dei suoi creatori, ha tenuto in caldo alcune sorprese, nel caso in cui la seconda stagione diventasse realtà.

In un’intervista a Variety, Duffer ha raccontato come ci siano molte questioni in sospeso che non vengono chiarite nella prima stagione. «Abbiamo un sacco di cose di cui non abbiamo avuto tempo di parlare o comunque non sentivamo che dovessero andare nella prima stagione», ha detto. «Non diamo tutte le risposte alla fine della prima stagione. La speranza era quella di soddisfare le esigenze del pubblico ma di lasciare comunque spazio per altre vicende, nel caso la gente ci avesse chiesto di tornare all’interno di questo mondo».

Nello specifico, Duffer lascia intere che più di una vera e propria stagione, la prossima «potrebbe essere un sequel».