‘Speravo de morì prima’, guarda il trailer della serie su Francesco Totti con Pietro Castellitto | Rolling Stone Italia
Home TV & Serie News TV

‘Speravo de morì prima’, guarda il trailer della serie su Francesco Totti con Pietro Castellitto

La dramedy sull'ex numero 10 giallorosso debutta su Sky il 19 marzo

Ci sono le battute su Cassano, Totti a dieta, l’incontro con Ilary Blasi e lo scontro con Luciano Spalletti nel trailer di Speravo de morì prima, l’attesissima serie Sky Original con Pietro Castellitto nei panni dell’ex numero 10 giallorosso, tratta da Un capitano di Francesco Totti e Paolo Condò e in arrivo su Sky e NOW TV il 19 marzo (qui le prime foto).

I sei episodi diretti da Luca Ribuoli (La mafia uccide solo d’estate) si concentrano sugli ultimi due anni di carriera del leggendario ex capitano della Roma, sulla fine del suo lungo ed entusiasmante percorso quella maglia, rimasta sempre la stessa per 27 anni: dal ritorno di Spalletti sulla panchina della Roma fino allo struggente addio al pallone.

Dopo diverse clip in cui Castellitto Jr. dialogava con Totti, finalmente il trailer svela qualcosa di più della serie, a partire dal tono: Speravo de morì prima è una dramedy che, tra presente e passato, cerca di unire l’epica sportiva da fuoriclasse e la vita privata di un uomo, autoironico e romanissimo, legato da sempre alla sua città e al calcio.

Oltre a Castellitto, nel cast ci sono Greta Scarano (Ilary Blasi), Gian Marco Tognazzi (Luciano Spalletti), Monica Guerritore (Fiorella, la madre di Totti), Giorgio Colangeli (Enzo, il padre), Primo Reggiani (Giancarlo Pantano, amico storico del Capitano), Alessandro Bardani (Angelo Marrozzini, il cugino), Gabriel Montesi (Antonio Cassano), Marco Rossetti (Daniele De Rossi), Massimo De Santis (Vito Scala), Eugenia Costantini e Federico Tocci (i genitori di Totti da giovani).

La serie è scritta da Stefano Bises, Michele Astori e Maurizio Careddu e prodotta da Mario Gianani per Wildside, del gruppo Fremantle, con Capri Entertainment di Virginia Valsecchi, The New Life Company e Fremantle.