Selena Gomez: «’Tredici’ è una serie difficile ma necessaria»

La cantante ha parlato dello show di Netflix che ha contribuito a produrre. «Sono temi complicati ma dobbiamo parlarne, dobbiamo fare qualcosa»

Selena Gomez ha finalmente deciso di parlare di Tredici, la controversa serie di Netflix che ha prodotto. «Lo so, è uno show complicato, oscuro e pieno di momenti difficili da mandare giù», ha detto durante l’intervista rilasciata a Elvis Duran del Morning Show.

«Abbiamo affrontato temi complessi, ma i ragazzi di oggi sono esposti a cose che io non avrei mai capito alla loro età. Mio cugino insegna in terza elementare: in classe parlano di temi che io non sarei mai stata in grado di affrontare. Se è di questo che dobbiamo discutere, allora meglio farlo in maniera onesta e reale».

Tredici, nonostante il consenso della critica internazionale, è stata al centro di una polemica che ha coinvolto genitori, insegnanti e psicologi: in molti hanno scritto di come la serie rischiasse di trattare in maniera glamour il suicidio giovanile.

Selena Gomez

Secondo quanto rivelato dal Washington Post, un preside di una scuola di Palm Beach, in Florida, avrebbe inviato una lettera preoccupata ai genitori degli studenti: il personale scolastico avrebbe registrato un aumento di comportamenti a rischio, auto-mutilazione e minacce di suicidio. Gran parte di questi comportamenti, scrive il preside, sono stati collegati alla popolare serie di Netflix.

Selena Gomez, nonostante le polemiche, ha dichiarato che la discussione provocata dello show è tanto difficile quanto necessaria: «Penso che sia difficile parlare di questi temi, ma sono cose che succedono e sono felice che la serie abbia aperto le porte a questa conversazione. Abbiamo bisogno di accettare quello che accade e dobbiamo provare a fare qualcosa».

All’inizio di maggio Netflix ha diffuso un comunicato in cui si impegnava a rinforzare gli avvisi per i “passaggi più traumatizzanti dello show”: «Si è parlato molto della nostra serie, Tredici. Mentre molti dei nostri clienti hanno preso spunto dallo show per avviare discussioni importanti in famiglia e sul posto di lavoro, altri sono preoccupati dalla mancanza di sufficienti avvertimenti per i più piccoli». Lo show è stato rinnovato per una seconda stagione prevista per il 2018.