‘Mindhunter’: la seconda stagione sarà su Charles Manson (e non solo) | Rolling Stone Italia
Home TV & Serie News TV

‘Mindhunter’: la seconda stagione sarà su Charles Manson (e non solo)

La serie prodotta da David Fincher e Charlize Theron tornerà il prossimo agosto

Un'immagine della prima stagione di 'Mindhunter'

Se la prima stagione di Mindhunter aveva spezzato i cuori (e le menti) di tutti gli appassionati di crime, la seconda promette di fare – come minimo – altrettanto.

La serie prodotta da David Fincher e Charlize Theron tornerà su Netflix il prossimo agosto e, secondo un’intervista di Vulture a John Douglas, ovvero lo scrittore dei libri da cui è tratta la serie, parlerà di un paio di criminali che conosciamo bene.

«So che saranno otto episodi. E conosco i casi. Ci sarà David Berkowitz, e ci sarà Charles Manson. Gli omicidi di bambini ad Atlanta negli anni ’80, parleranno anche di quello. Sono curioso di vedere come svilupperanno i personaggi», dice Douglas.

David Berkowitz, noto anche come “Son of Sam”, è un serial killer di New York che, negli anni ’70, ha ucciso sei persone, ne ha ferite altre ed è ancora sospettato in diversi casi. Charles Manson, inutile spiegare chi è (piccola nota a margine, Manson dovrebbe essere interpretato da Damon Herriman, lo stesso che vestirà i suoi panni nel film di Tarantino).

Il caso dei bambini di Atlanta, si riferisce a 24 vittime, tutte tra i 7 e i 17 anni, uccise nella città della Georgia tra il 1979 e il 1981, con una certe regolarità. Il caso è ancora aperto.

Nel ruolo dei protagonisti, ritroveremo Jonathan Groff e Holt McCallany.