Home TV News TV

La reunion di ‘Beverly Hills, 90210’ non avrà una seconda stagione

Dopo un debutto seguitissimo, gli spettatori hanno iniziato a calare vertiginosamente, e pare che anche dietro le quinte ci fosse qualche problemino

Gabrielle Carteris, Ian Ziering, Jennie Garth, Brian Austin Green, Tori Spelling e Shannen Doherty

Foto: Shane Harvey/FOX

“Siamo orgogliosi di aver riunito in un evento speciale il cast di una delle serie più importanti e significative della tv, che ha fatto felici i fan ovunque”, ha scritto Fox in un comunicato. “Ringraziamo Brian, Gabrielle, Ian, Jason, Jennie, Shannen e Tori che, insieme alla crew e al team di Fox e CBS Television Studios, hanno messo la loro anima in questo revival inventivo e nostalgico”. In altre parole: grazie ma basta così, BH90210 finisce qui, dopo i sei episodi andati in onda negli USA durante l’estate.

Per la reunion, i membri del cast Jason Priestley, Jennie Garth, Ian Ziering, Gabrielle Carteris, Brian Austin Green, Tori Spelling e Shannen Doherty non hanno indossato di nuovo i panni di Brandon, Kelly, Steve, Andrea, David, Donna e Brenda, ma hanno portato sullo schermo delle versioni potenziate di se stessi, raccontando i retroscena dell’idea di realizzare un revival di Beverly Hills, 90210. Nel corso delle puntate ci sono stati anche diversi omaggi al compianto Luke Perry, morto improvvisamente per un ictus a marzo 2019, e al suo Dylan McKay.

All’inizio il ritorno era stato accolto bene anche in termini di pubblico, con il miglior debutto estivo degli ultimi due anni. Gli spettatori però erano diminuiti di settimana in settimana, registrando un calo vertiginoso del 60% durante la messa in onda. Pare anche che dietro le quinte ci fossero problemi dovuti all’interferenza di una delle attrici, cosa che portato l’ex showrunner Patrick Sean Smith e alcuni degli sceneggiatori a lasciare il progetto.

Leggi anche