Home TV & Serie News TV

La fine (ora è ufficiale) di ‘Gomorra’ e tutte le nuove serie Sky Original

Ciro e Genny, il progetto su Totti con Pietro Castellitto, il noir dei Fratelli D'Innocenzo, ma anche titoli ispirati a fatti di cronaca, un prison movie con Luca Zingaretti, una comedy con Fabio De Luigi. E tanto altro

Salvatore Esposito e Marco D'Amore in 'Gomorra'

Foto: Gianni Fiorito/Sky

La quinta stagione di Gomorra sarà anche l’ultima. «L’ultimo pezzo di racconto, l’ultimo tratto di strada. Io e te sempre uno di fianco all’altro, Salvatore Esposito, bellezza e malinconia infinita ma tanto, anche alla fine nisciuno sap comm va a frnì sta storia», lo scrive Marco D’Amore su Facebook dopo averlo annunciato alla presentazione delle serie Sky Original in collegamento dal set a Riga, location principale anche dell’Immortale, il film che è insieme prequel e tassello della serie: «Sarà il viaggio conclusivo di questa storia, con due protagonisti che chiuderanno un ciclo. Per noi attori sarà un lutto ma siamo contenti di aver intrapreso questo viaggio, di aver dato tutto oltre le nostre possibilità», ha detto Esposito.

Ma saranno molti i nuovi titoli targati Sky Original a partire dal prossimo anno, tra crime drama, comedy, produzioni di genere, storie ispirate a fatti di cronaca rimasti nella memoria storica dell’intero Paese. Sono appena partite le riprese di Alfredino – Una storia italiana, con Anna Foglietta nei panni di Franca Rampi, madre del piccolo caduto in un pozzo artesiano a Vermicino, nel 1981, e rimasto nel cuore e nella memoria di tutti anche grazie a una – per quei tempi – inedita copertura mediatica. Primo ciak invece previsto fra la fine del 2020 e l’inizio del nuovo anno per Il re, il primo prison drama italiano, con Luca Zingaretti in un ruolo oscuro e controverso, quello del direttore di un carcere di frontiera dove non vige alcuna legge al di fuori della sua.

Per il filone delle serie comiche, che conta già l’amatissimo BarLume di Filippo Timi (con due nuove storie) e prossimamente Cops – Una banda di poliziotti, con un cast corale (Claudio Bisio, Pietro Sermoni, Stefania Rocca, Francesco Mandelli) in due storie dirette da Luca Miniero, a ottobre parte il set di Ridatemi mia moglie, comedy che riunisce, per la prima volta in tv, Fabio De Luigi e Alessandro Genovesi, davanti e dietro la macchina da presa dell’adattamento della produzione BBC I Want My Wife Back.

Annunciata anche Christian, racconto di genere fra sovrannaturale e supereroistico, con Edoardo Pesce per la prima volta protagonista di serie nei panni dello scagnozzo di un boss della Roma di periferia. Christian “mena le mani”, fino a quando un giorno non prenderanno a fargli male e a sanguinare: sono stimmate, con cui farà miracoli. E in preparazione c’è pure un progetto tratto da La città dei vivi, il libro del premio Strega Nicola Lagioia sull’omicidio di Luca Varani, in uscita il prossimo 20 ottobre.

Tra le produzioni già annunciate: la prima serie tv dei Fratelli D’Innocenzo, attualmente in fase di scrittura, che sarà la prima in-house production Sky Studios per l’Italia, seguita da Blocco 181, ambientata tra le comunità multietniche della Milano di periferia, con Salmo produttore creativo e musicale nonché attore al suo debutto.

Poi Anna, la seconda serie per Sky (dopo il successo del Miracolo) di Niccolò Ammaniti, le cui riprese si concluderanno a giorni; Domina con Kasia Smutniak, protagonista di un dramma storico più attuale che mai nonostante l’ambientazione nell’Antica Roma, con Isabella Rossellini e Liam Cunningham e un grande cast internazionale; Speravo de morì prima, la serie su Francesco Totti con Pietro Castellitto – appena premiato a Venezia per la miglior sceneggiatura con I predatori, suo esordio alla regia – nei panni del leggendario numero 10 della Roma. «È una serie concentrata sì sul calcio, ma soprattutto su un momento particolare della sua vita, quando si accorge che gli anni passano, e quindi ci riguarda tutti», spiegano Nicola Maccanico, EVP Programming Sky Italia, e Nils Hartmann, Senior Director Original Productions Sky Italia.

E ancora A casa tutti bene, primo progetto seriale firmato da Gabriele Muccino e reboot dell’omonimo film campione d’incassi del regista. Sono attualmente in fase di scrittura anche i nuovi episodi di Diavoli, il thriller finanziario con Alessandro Borghi, Kasia Smutniak e Patrick Dempsey. Inizio riprese previsto per l’anno prossimo. Tra ottobre e novembre invece arriveranno We Are Who We Are di Luca Guadagnino, già acclamata dalla critica americana, e Romulus, creata e diretta da Matteo Rovere: fra storia e leggenda, ricostruisce il mito fondativo della nascita di Roma.