Home TV News TV

Joe Exotic di ‘Tiger King’ ha chiesto la grazia a Donald Trump

Il protagonista della docu-serie di Netflix invita il presidente a fare la cosa giusta. «Sii il mio eroe»

Joe Exotic ha chiesto la grazia a Donald Trump. Il protagonista della docu-serie cult di Netflix Tiger King è stato infatti condannato a 22 anni di reclusione per avere commissionato l’omicidio della rivale Carole Baskin.

Nella lettera scritta a mano, pubblicata dal Daily Mail, Joseph Maldonado-Passage chiede di essere graziato per «tornare a occuparmi di bimbi e senzatetto», né manca di lodare Trump perché «difende i valori in cui crede, indipendentemente dalle opinioni degli altri» e perché è uno di quelli che «se vede qualcosa che non va, agisce». La condanna che ha subito, dice, è «ingiusta», i testimoni hanno mentito e Tiger King l’ha messo in cattiva luce. «Ho sempre avuto fiducia nel sistema, finché non mi ci sono trovato intrappolato».

«La prego di prestare ascolto a milioni di persone che sanno la verità», scrive Exotic. «La prego di dare ascolto a suo figlio Donald Jr e fare la cosa giusta concedendomi un miracolo, la grazia, in modo che possa mettermi questa storia alle spalle e possa salvare mio padre», che vive in una casa di riposo. Nel finale, l’uomo invita il presidente a concedergli l’opportunità di rendere fiero non solo Trump, ma l’America e il mondo intero. «Sii il mio eroe».

In aprile, durante una conferenza stampa sul Covid, Trump aveva risposto a una domanda sull’argomento e aveva promesso di pendere in considerazione la faccenda. «Non mi sembra del tutto innocente», aveva detto il presidente, aggiungendo però che una sentenza di trent’anni «mi sembra un po’ aggressiva».