Home TV News TV

Tutti i personaggi di “American Horror Story: Hotel” al debutto in Italia

Fox apre le porte dell'Hotel di Lady Gaga anche agli italiani, dal 21 dicembre sul canale 112 di Sky. Il nostro inviato a L.A. ha incontrato l'intero cast per Rolling Stone. E la Contessa?

Debutta su FOX (canale 112 di Sky) Hotel, il quinto capitolo di American Horror Story, quinta puntata della serie horror antologica creata da Ryan Murphy, (Glee, Nip & Tuck e il prossimo The People v. O.J. Simpson) ambientata questa volta tra le creepy-horrific-scary mura di un inquietante albergo di downtown LA. Nelle vesti della proprietaria, una bellissima, misteriosa nonché letale Contessa interpretata da Lady Gaga che debutta sul piccolo schermo sostituendo Jessica Lange, l’attrice cardine dei precedenti capitoli della saga.

Come in ogni stagione, la serie riprende gli elementi tipici di un diverso genere horror, questa è la volta dei vampiri. Niente mantelli, zanne o canini sporgenti. L’elegantissima contessa è affetta da una forma di emofilia che la “costringe” a bere sangue umano rendendosi protagonista di vere e proprie mattanze, grazie a un guanto speciale dal quale spunta una lama-artiglio affilata che le permette di tagliare gole dei malcapitati “conviventi-ospiti”. Nel suo comportamento anche tante uscite serali alla ricerca di sesso di gruppo (leggi orge tremende e sensuali allo stesso tempo) e una probabile immortalità da vampiro.

L’ambientazione recupera finalmente uno dei luoghi simbolo dell’horror classico tradizionale: l’albergo maledetto (Hotel Cortez nel nostro caso), che in Shining e nel Bates Motel di Psycho ritrova i suoi antecedenti più famosi: stanze e corridoi sempre uguali, dove ogni porta può nascondere l’orrore o la salvezza. Il posto perfetto dal quale trarre suggestioni lugubri, popolato da personaggi sull’orlo della follia. A gravitare nell’Hotel oltre a Lady Gaga ritroviamo lo storico cast della serie e qualche novità: Kathy Bates, Angela Bassett, Sarah Paulson, Evan Peters, Chloë Sevigny, Wes Bentley… Dopo un piccolo ruolo nel precedente capitolo, American Horror Story: Freak Show, si aggiunge al cast anche l’astro nascente di Hollywood Matt Bomer, reduce dai successi di Magic Mike XXL, White Collar, The Normal Heart e Battle Creek. Annunciati anche i cameo di Darren Criss, Naomi Campbell, Madchen Amick e Max Greenfield.

Mr. March è lieto di invitarti all'inaugurazione dell'Hotel Cortez , dal 21 dicembre sul canale 112 di Sky

Mr. March è lieto di invitarti all’inaugurazione dell’Hotel Cortez , dal 21 dicembre sul canale 112 di Sky

Li ritroviamo alla presentazione in quel di Beverly Hills, intenti a spiegarci e a rivelarci qualcosa del proprio personaggio…. Ecco alcune domande a chi ci capita a tiro, prima fra tutti Sarah Paulson, seguita dal bellissimo Matt Bomer, Angela Bassett, Kathy Bates e per ultimo Evan Peters, secondo me, personaggio ed attore più bravo ed interessante di tutta questa stagione, in cui il tema caro a tutti a i personaggi è la DIPENDENZA, decisamente interessante, a dimostrazione di come questa possa cambiarti e trasformarti in qualcosa di completamente diverso ed incontrollabile.

Sarah Paulsen aka Hypodermic Sally

Sarah Paulsen aka Hypodermic Sally

Sarah Paulsen aka Hypodermic Sally

Spiegaci personaggio e condizione psico-fisica di recitare con Ryan Murphy?
Sally è un bellissimo personaggio dal punto di vista recitativo, mostruoso a volte, addicted a qualsiasi tipo di droga, anche se come dice il soprannome, sono le siringhe che la rendono felice. Sally è completamente fuori di testa, la sua dipendenza principale, è anche di natura sentimentale (vuole attenzione e amore), il ricorrere alle droghe sta a significare per lei un bisogno di anestetizzarsi da qualsiasi tipo di sentimento, rendendola stronza e egoista oltremisura. E in tutta questa discesa ‘infernale’, Sally è anche innamoratissima del detective John Lowe (Wes Bentley), rendendo le sue azioni più disperate che mai. È senz’altro disperata.

Per quanto riguarda recitare con i personaggi creati da Ryan Murphy, devo dire che serie dopo serie, mi sono trovata di fronte a delle donne diversissime fra di loro, e quindi, ho imparato anni fa, a fidarmi completamente del mio istinto e delle mie doti recitative, Sally è istintiva, animalesca, facile da agitare e ancora più facile da far interagire con qualcun altro. Una vera bestia con atteggiamenti post-punk, mascara lungo le guance, capelli ‘fritti’ e mai pettinati. A me piace molto.

Cosa stai preparando adesso?
Sono settimane che sto girando Crime Story, il processo e storia di O.J. Simpson, dove interpreto Marcia Clark, l’avvocato dell’accusa, una madre con 2 figli, divorziata, intelligente e semplice che si è vista arrivare adosso il mondo quando le hanno affibbiato il famoso caso O.J. Anzi, ad essere onesta, ho girato AHS Hotel e il ruolo di Marcia Clarke quasi simultaneamente, mentre finivo Hotel e mi ripulivo le braccia dai segni degli aghi, correvo sul set dove indossavo la famosa parrucca capelli ricci… meno male che entrambe queste due donne sono si forti, ma sono due bastarde dentro, pronte a morire piuttosto che darla per vinta.

Matt Bomer aka Donovan

Uno degli ultimi arrivati e per questo ti fanno sempre interpretare personaggi che ne fanno di cotte e di crude. Cosa ti ha attirato di questo ruolo?
Partiamo dicendo che ho sempre desiderato far parte del suo show, sin da 5 anni fa, quando Ryan aveva scritto il primo Horror Story. Finalmente l’anno scorso, dopo aver finito la mia serie tv White Collar, avevo tempo e mi ha chiamato per Freak Show. Ho accettato senza sapere NULLA di quello che doveva fare e dire. Idem per Hotel, dove mi aveva solo accennato che si sarebbe svolto al”interno di un hotel e dove avrei dovuto avere relazioni sessuali, threesome, orge, omicidi, assassini.

È difficile, specialmente per l’horror… Tornare a casa e lasciarsi alle spalle il personaggio?
Si, specialmente per soggetti dark, intensi, che ti portano in posti lugubri e nascosti della tua mente. Importantissimo che una volta finito tutto, lasci ‘abiti e emozioni’ sul set e vai casa a giocare con moglie marito e figli… Dopotutto siamo attori, il nostro è un lavoro.

Raccontaci il tuo personaggio.
Donovan è un residente dell’Hotel Cortez, è uno, come tanti residenti di Los Angeles, a cui non tutti i sogni si sono avverati come li avevano sperato. Non capisce e non controlla per nulla la “forza” che le donne hanno su di lui (in generale), non riesce mai a darsi una spiegazione ai fallimenti delle sue relazioni femminili, e in particolare non capisce “shit” (un cazzo!) di sua madre, interpretata da Kathy Bates, per me icona storica di cinema, e in particolare chi si dimentica il suo ruolo oscar in Misery Non deve Morire.

Kathy Bates aka Iris
Kathy Bates
Dopo la schiava assassina di Coven e la donna-barbuta di Freak Show, che ruolo le ha dato Ryan?
Sarò Iris, manager dell’hotel, in completa dipendenza di cruciverba, e madre di Donovan (Matt Bomer), l’amante di Lady Gaga (oooppppssss ho detto troppo?). Farò spaventare a morte gli ospiti, li costringerò a guardare dentro ad armadi, sotto ai letti, dietro alla tendine delle docce…tante occasioni di mettere paura in maniera classica.

Le piace?

Si, da morire, proprio perchè non parlo con accento del sud, non ho una barba ne vengo dal 1830…. Ma mi rifaccio creativamente a tanti dei miei attori e film e registi dell’horror preferiti.

Per esempio?
Gina Rowlands in Gloria, Mae West quando fa l’eroina dura e letale, James Caan in Misery, Anthony Hopkins in tanti dei suoi film, ovvio anche Hannibal Lecter. E la storia dei cruciverba? Credo che sia perchè Iris è una donna che attende, che aspetta le mosse degli altri… A me non piacciono i cruciverba, preferisco sudoku. Prima di finire, vorrei ringraziare pubblicamente l’unica star hollywoodiana che ho il piacere di conoscere e sostenere: Jessica Lange, senza di lei e il lavoro nel primo Horror Story, non sarei qua. Dopo averla vista ho supplicato sistematicamente il pobero Ryan Murphy, finchè mi ha dato da lavorare. Go Jessica.

Evan Peters aka Mr. James March

Wes Bentley ed Evan Peters in "American Horror Story: Hotel" - Foto via Facebook

Wes Bentley ed Evan Peters in “American Horror Story: Hotel” – Foto via Facebook

E arriviamo a Evan Peters, il mio personaggio prefeerito da sempre. Descrivici il tuo personaggio.
Fammi dire prima di tutto che AHS: Hotel (13 episodi) parte proprio dalle investigazione fatte dal detective John Lowe su decine e decine di omicidi e assassinii le cui tracce ed indizi lo conducono proprio all’Hotel Cortez, dove anni prima (1930) Mr. James March, il mio personaggio, era costruttore e proprietario, con una totale conoscenza di pertugi, soffitte, corridoi nascosti, doppi muri, fine stanze….

So tutto dell’Hotel. Chi è Mr. March?
Voce da William Powell, baffetti tipo Clarke Gable. È il cattivo della situazione, the bad guy, sicuramente distrutto psicologicamente dal padre, torturatore di compagni di scuola nonchè di piccoli animali, che incute timore mentre parla in maniera strana, anche divertente. Zero zero zero morali. Un bastardo come pochi. Dopo aver letto il copione mi piace come la storia sia dark, cupa, terrificante, violenta e sexy allo stesso tempo, come costumi e sets siano elegantissimi, come Lady Gaga sia in completo controllo del personaggio e dello show.

Com’è stato lavorare con La Contessa?
Meraviglioso, dopotutto sono anche un suo fan. Il primo giorno era nervosissima, ma tale nervosismo è sintomo di “fede, amore e passione” per il progetto scelto. Brava attrice, dedicata, chiede un sacco di domande atte a migliorare la sua performance, e la creatività dello show stesso. Ha decisamente trovato il personaggio, è La Contessa. Vedrete cosa combina, impazzirete per come si veste, come ammazza e come si “scopa” un sacco di uomini, uno dopo l’altro…

Angela Bassett aka Ramona

Angela Bassett - Foto via Facebook

Angela Bassett – Foto via Facebook


Per ultima, Angela Bassett. Chi sei e cosa farai in AHS Hotel?
Stavolta ho entrambi i seni, e interpreto il ruolo di Ramona Royale, un’attrice, in visita all’Hotel (appaio alla terza puntata), con una valigia carica di violenza e vendetta. Ramona è un pò la chiave di volta che collega il passato dell’hotel al suo futuro, ovvio che non posso raccontarvi altro, se non che dirvi….che non è la prima volta che sto al Cortez.

Lei e La Contessa?
Si, io e Lady Gaga abbiamo avuto una storia d’amore e di sesso, entrambe terminate, ed ora siamo in competizione continua, alla ricerca di qualcosa per distruggere la felicità dell’altro..

Tipo se non posso averti io, nessun altro ti avrà?
Io amo per davvero, mentre Lady Gaga-Contessa non ne è capace. Proprio cosi, e per vendicarmi, mi prendo subito cura di Matt Bomer, non appena viene mollato da La Contessa. e cerco di capire come usarlo e cosa fargli fare, dopotutto io sono un’attrice la cui dipendenza è pubblica, riconoscimenti ufficiosi, amore dei fan… mentre lui, è un pavone che vive alla giornata, convinto di dominare le donne che si tromba.

Scusi, visto che lei e la Contessa eravate insieme… Anche Ramona ha bisogno del virus-sangue antico?
Certamente, mio caro.

Leggi anche