Home TV

‘Michelangelo – Infinito’, la creazione della Pietà in una clip

In anteprima un estratto video del docufilm sul genio indiscusso dell'arte universale che andrà in onda stasera su Sky Cinema Uno e Sky Arte.

“Sulla strada di ritorno a Roma mi vennero in mente la amate parole di Dante quando, nel Paradiso, si rivolge alla Madonna: ‘Vergine Madre, figlia del tuo Figlio, umile e alta più che creatura’. Tutto mi fu chiaro, e feci la mia Pietà”. Così Michelangelo Buonarroti racconta la creazione della celeberrima scultura in Michelangelo – Infinito, un ritratto avvincente e di forte impatto emotivo e visivo dell’uomo e dell’artista, genio indiscusso dell’arte universale, narrato di pari passo con il racconto cinematografico della sua vasta produzione artistica, tra scultura, pittura e disegni.

Ad interpretare Buonarroti, uomo schivo e inquieto, capace di forti contrasti e passioni, autore di opere immortali ed ‘infinite’, è Enrico Lo Verso. Tutta la forza e la potenza della personalità di Michelangelo sono state delineate nel docufilm in modo fedele attraverso le centinaia di Lettere e Rime che l’artista ci ha lasciato, e trovano eco nella cruda, spigolosa immensità della natura in cui è inserito il limbo da cui si svolge la narrazione di Michelangelo: un’imponente Cava di Marmo di Carrara, dove le fonti documentano che Michelangelo si recò a scegliere personalmente il marmo per i suoi capolavori: quella materia che, a detta dello stesso artista, “già conteneva in potenza la figura”.

Il film è un viaggio nella vita, nei luoghi e nelle opere del Buonarroti. Tra questi oltre alle Cave di Marmo Carrara, Firenze, Roma, Città del Vaticano, Milano, entrando nei luoghi che custodiscono la principale produzione scultorea e pittorica dell’artista, dalla Galleria ai Musei Vaticani.

Il racconto della dimensione storico-artistica è affidato a Giorgio Vasari, pittore, architetto e storico dell’arte, autore delle Vite de’ più eccellenti Pittori, Scultori ed Architettori, narratore qualificato e familiare della vita e delle opere del Buonarroti, che ebbe la fortuna di conoscere personalmente, impersonato da Ivano Marescotti. Vasari scrive della Pietà: “Alla quale opera non pensi mai scultore di poter aggiungere al marmo più grazia e finezza di quanto fece Michelangelo a soli 24 anni, perché in questa si scorge tutto il valore e il potere dell’arte”.

Di grande impatto la tecnologia usata per il film, in particolare il ruolo dei visual effects, che hanno richiesto oltre 6 mesi di lavoro in post produzione e 6 artisti specializzati, che hanno lavorato alla realizzazione degli effetti grafici su risoluzioni altissime di immagini spesso in scala 1:1. Una metodologia, che ha consentito di raggiungere un risultato sorprendentemente realistico e con l’ultra definizione del 4K HDR, utilizzata sia per rendere più fluida e poetica la transizione dai limbi dei protagonisti alle opere d’arte, ma anche per le scene di ricostruzione storica.

Dopo la buona accoglienza al cinema, Michelangelo – Infinito, produzione originale Sky con Magnitudo Film, arriva in prima tv esclusiva su Sky Cinema Uno e Sky Arte, sabato 12 gennaio alle 21.15 (disponibile anche in 4K HDR per i clienti Sky Q).

Leggi anche