Home TV

Le serie da vedere a settembre

Il ritorno di Kevin Costner cowboy, Hilary Swank nello spazio, un Perry Mason più dark che mai. Ma anche l'epilogo delle baby squillo e l'origin story della sadica infermiera di 'Qualcuno volò sul nido del cuculo'

Sarah Paulson in 'Ratched' di Ryan Murphy

Foto: Netflix

Yellowstone 2 Sky Atlantic – 2 settembre

Torna l’epopea familiare di frontiera del re del western contemporaneo, Taylor Sheridan, sceneggiatore di Sicario, Soldado e Hell or High Water, nonché regista dei Segreti di Wind River. E torna pure Kevin Costner nei panni del patriarca del Montana silenzioso e autoritario, proprietario del maggiore allevamento di bestiame degli Stati Uniti, che trascina la prole nelle sue guerre: contro i nativi, contro gli immobiliaristi e contro le compagnie petrolifere. Perché, come dice Costner: “La terra resta semplice. Ma noi non lo siamo”. Cinema d’autore e di cowboy sul piccolo schermo.

Away Netflix – 4 settembre

Ci avevano già provato Hulu e Sean Penn in The First a mettere in scena la prima missione su Marte, ma la serie era stata un flop, probabilmente perché l’azione era finita subito dopo il lancio. Ora tocca a questo drama Netflix con la due volte premio Oscar Hilary Swank, alla guida di un equipaggio internazionale già in viaggio verso il Pianeta Rosso, mentre lei, come se non ne avesse già abbastanza dello spazio, si preoccupa anche dei problemi del marito e della figlia adolescente. Che ovviamente sono rimasti sulla Terra.

The Boys 2 Amazon Prime Video – 4 settembre

Pare che la seconda stagione sarà addirittura più folle della prima. E al Comic Con Amazon ha già confermato anche la terza. Sarà che la serie basata sul fumetto cult di Garth Ennis, scritta da Eric Kripke (Supernatural) e prodotta da Seth Rogen, non ha paura di superare nessun limite e di sguazzare dentro al genere superhero con un piglio che più sporco e cattivo non si può, ma The Boys ha spaccato sulla piattaforma di Jeff Bezos oltre le aspettative. E ora i Sette, i supereroi più potenti al mondo, continuano ad approfittare dei loro poteri senza mai curarsi delle conseguenze. Mentre il Patriota, una versione riveduta e (s)corretta di Captain America, vuole prendere il controllo del team, e il gruppo di vigilantes che cerca di fermarli, i The Boys, prova a cavarsela nonostante l’assenza del boss, Butcher. Antieroi, nel vero senso della parola.

Power Book II: Ghost StarzPlay – 6 settembre

Il titolo pare quello di un videogioco, ma è il sequel dal cast stellare di Power, il crime prodotto da 50 Cent che in USA ha fatto ascolti colossali. Si riparte dopo la morte di James “Ghost” St. Patrick per seguire il figlio, Tariq (Michael Rainey, Jr.) mentre si divide tra la vita del college e il mondo sempre più affascinante della strada. Method Man interpreta l’avvocato di uno studio prestigioso e Mary J. Blige è a capo di una potente famiglia criminale.

High Fidelity StarzPlay – 10 settembre

Chi avrebbe meglio potuto interpretare (e produrre) questo nuovo adattamento del cult di Nick Hornby, se non la figlia di uno dei rocker contemporanei più celebri e amati? Ma non date a Zoë Kravitz della raccomandata. Dopo la consacrazione definitiva con Big Little Lies, l’attrice dimostra di saper reggere progetti importanti pure in solitaria. E, anche se all’inizio si fa un po’ fatica a immaginarla nei panni della spiantata/sfigata titolare del record store attorno a cui tutto ruota, presto riesce a rendere credibile e trascinante questa nuova versione del romanzo, che cambia i generi (sessuali, ma non musicali) e guarda con leggerezza alla New York di oggi. Un successo di critica, ma – incredibilmente – non ci sarà una seconda stagione: i fan (e la protagonista stessa) hanno già borbottato sui social.

Perry Mason Sky Atlantic – 11 settembre

Robert Downey Jr. deve averci preso gusto a creare versioni rivedute e corrette di amatissimi personaggi letterari: dopo aver interpretato uno Sherlock Holmes sui generis, ha prodotto insieme alla moglie Susan questa miniserie HBO, in cui il leggendario avvocato dei romanzi di Erle Stanley Gardner rivive più oscuro che mai – veterano della Prima guerra mondiale con disturbo da stress post-traumatico e alcolista cronico – con le fattezze di Matthew Rhys (il protagonista di The Americans). Per la prima volta Mason infatti viene rappresentato agli inizi della sua carriera, quando era ancora un investigatore privato, in un noir che il Guardian ha definito “intenso, sbalorditivo e macabro” e che Indiewire ha celebrato come “probabilmente la miglior serie tv mai realizzata”.

Petra Sky Cinema Uno – 14 settembre

Paola Cortellesi, forse l’attrice italiana contemporanea più amata (e più profittevole), è Petra Delicado, l’ispettrice della mobile di Genova creata dalla scrittrice Alicia Giménez Bartlett. Dall’archivio, la nostra si ritrova catapultata in prima linea a risolvere dei casi di omicidio e di violenza al fianco di un poliziotto vecchio stampo, che sta per andare in pensione. Con due matrimoni falliti alle spalle, fuori dagli schemi e alla continua ricerca del suo posto nel mondo, Petra cerca di risolvere i casi con franchezza e umorismo, dando vito a una comedy amara e brillante, che è il terreno preferito dalla Cortellesi. Dirige Maria Sole Tognazzi.

Baby 3 Netflix – 16 settembre

Sapore di Parioli, due anni dopo. La dannazione delle baby squillo di Netflix è arrivata alle sue battute finali, dove i segreti di tutti vengono a galla. Soprattutto quello, inconfessabile, delle due parioline ribelli, la biondina sensibile e la mora problematica, ormai incastrate in una doppia vita insostenibile e in una vicenda più grande di loro. Già, è arrivata l’ora di affrontare le conseguenze. Ma almeno tocca farlo sulle note del nuovo singolo di Achille Lauro, Maleducata. E intanto Baby ha costruito puntata dopo puntata un nuovo star system teen: Benedetta Porcaroli, Alice Pagani, Lorenzo Zurzolo.

Ratched Netflix – 18 settembre

Dopo Hollywood e The Politician 2, Ryan Murphy continua a sfornare i suoi ventordici progetti l’anno. E torna al mix di orrore e camp di American Horror Story per l’origin story di Mildred Ratched, la sadica infermiera di Qualcuno volò sul nido del cuculo, che ha il volto della musa di Murphy Sarah Paulson. Inquietantemente perfetta nei suoi look anni ’40, Ratched si aggira in un ospedale psichiatrico della California scatenando il caos e trovando modi sempre più creativi per torturare pazienti e colleghi, tra colori saturi ed esplosioni di sangue. Ah, ci sono pure Cynthia Nixon e Sharon Stone.

Un volto, due destini Sky Atlantic – 22 settembre

Mark Ruffalo si sdoppia per l’adattamento in sei parti del best seller di Wally Lamb, endorsato pure da Oprah. Il titolo originale è I Know This Much Is True, da noi Un volto, due destini (vabbè). Due gemelli, quindi: il primo è pieno di rabbia per la sua vita disastrosa, il secondo invece è uno schizofrenico paranoico. La serie parte con quest’ultimo che si amputa la mano con un coltello in una piccola biblioteca e viene ricoverato in un ospedale psichiatrico dove gli succede di tutto. E le cose sono solo destinate a peggiorare.

Utopia Amazon Prime Video – 25 settembre

Un gruppo di nerd dei fumetti svela il segreto di un manoscritto perduto da tempo che predice la prossima pandemia globale (un’altra?!) e deve combattere per tenerlo lontano dalle persone sbagliate. Gillian Flynn, l’autrice di Sharp Objects, Dark Places e Gone Girl adatta l’omonima serie britannica del 2013, con John Cusack nei panni di un misterioso magnate delle biotecnologie e Rainn Wilson di The Office in quelli di un virologo che sente puzza di complotto. Per cospirazionisti doc.

Tehran Apple TV+ – 25 settembre

Sulle orme di Netflix, anche Apple TV+ debutta con la sua prima serie in lingua non inglese: Tehran, spy thriller by Moshe Zonder, uno degli sceneggiatori principali di Fauda. La storia segue un agente del Mossad (la giovane attrice israeliana Niv Sultan) che va sotto copertura in una pericolosissima missione nella capitale dell’Iran. La maggior parte dei dialoghi sono in ebraico e farsi, e i primi tre episodi debutteranno subito, con i restanti cinque rilasciati ogni venerdì come da piattaforma della Mela policy. La serie è stata accolta bene in Israele, dove è già andata in onda. E pare che Apple abbia commissionato una seconda stagione.