Le serie da vedere a novembre 2021 | Rolling Stone Italia
Home TV & Serie

Le serie da vedere a novembre 2021

I debutti nella serialità di Carlo Verdone e Zerocalcare e il ritorno di 'Dexter'. Ma anche il live action di 'Cowboy Bebop' e il nuovo titolo Marvel. Più, ovviamente, il finalone di 'Gomorra'

Salvatore Esposito e Marco D'Amore nell'ultima stagione di 'Gomorra'

Foto: Marco Ghidelli/Sky

Vita da Carlo Amazon Prime Video – 5 novembre

Carlo è tornato. Dopo l’accoglienza tiepida dell’ultimo film, Verdone si cimenta per la prima volta con la serialità, prendendo spunto da ricordi e storie semi-autobiografiche della sua vita. Esilaranti, ovviamente. E sempre con quell’ironia verdoniana che tanto amiamo. Tutto quello che avreste voluto sapere su Carlo Verdone e non avete mai osato chiedere, tra realtà e finzione. “O famo strano? No, O famo sindaco (di Roma)”. Non perdete gli episodi e capirete.

Big Mouth 5 Netflix – 5 novembre

Le serie animate per adulti ormai sono un marchio di fabbrica di Netflix (citofonare BoJack). E Big Mouth debutta con la quinta (!) stagione della sua educazione sessuale cartoon, dove gli ormoni hanno le sembianze di fighissimi e crudelissimi mostri che tutto controllano dei protagonisti adolescenti. E ora che i ragazzi stanno crescendo, il liceo si avvicina e i problemi diventano ancora più complicati. Ah, l’amour.

Dexter: New Blood Sky Atlantic – 10 novembre

Prima della polemica per il finale di Game of Thrones, c’era stata la rivolta dei fan di Dexter, delusissimi dall’ultimo episodio andato in onda. Certo, ci è voluto “qualche” anno, ma ora l’ematologo di giorno (e killer di cattivi di notte, o comunque quando serve), è di nuovo in pista, sempre interpretato da Michael C. Hall (e chi, sennò?!). New Blood prova a fare ammenda: era ora.

Dopesick – Dichiarazione di dipendenza Disney+ – 12 novembre

Questa è la storia di come una sola compagnia abbia innescato la peggiore crisi farmaceutica della storia USA. Ispirata al bestseller del New York Times scritto da Beth Macy, Dopesick ci porta nell’epicentro della lotta americana contro la dipendenza da oppioidi. Con un super cast: Michael Keaton, Peter Sarsgaard, Michael Stuhlbarg, Will Poulter e Rosario Dawson.

The Shrink Next Door Apple TV+ – 12 novembre

Immaginate Paul Rudd nei panni dello psichiatra delle star, il dott. Isaac “Ike” Herschkopf, e Will Ferrell in quelli del paziente di lunga data Martin “Marty” Markowitz. Con il tempo, il primo si inserisce lentamente nella vita del secondo, arrivando perfino a trasferirsi nella sua casa negli Hampton e a farsi nominare presidente dell’azienda di famiglia. Ispirato a una storia vera.

Strappare lungo i bordi Netflix – 17 novembre

Annunciatissima, attesissima, già cult. La prima serie di Zerocalcare (dopo l’esperimento pandemico di Rebibbia Quarantine) «è tutta la storia de ‘n viaggio complicato che avevo fatto con Sarah e Secco, con ‘n sacco de cose in mezzo che sembrano scollegate ma in realtà non lo sono». Parola dell’autore. Che doppia anche tutti i personaggi, tranne l’armadillo voiced by Valerio Mastandrea.

Tiger King 2 Netflix – 17 novembre

Pensavate che Tiger King si fosse esaurito con la prima, clamorosa stagione? E invece. Non si capisce bene chi ci sarà e cosa racconterà, perché Joe Exotic è in una prigione federale del Texas accusato dell’omicidio su commissione di Carole Baskin (e ora ha chiesto il rilascio a causa di un aggressivo cancro alla prostata), e la queen dei big cats intanto ha fatto causa alla produzione per l’uso della sua immagine. Ma Netflix non poteva abbandonare il suo trashissimo e folle fenomeno. E quindi eccoci qua.

Gomorra – La serie: stagione finale Sky Atlantic – 19 novembre

Il ritorno di Ciro Di Marzio (Marco D’Amore, alla regia di 5 episodi), creduto morto alla fine della terza stagione e (come svelato dal film L’Immortale, recuperatelo!) clamorosamente tornato in scena in Lettonia. Genny Savastano (Salvatore Esposito) costretto alla latitanza in un bunker. Ma anche sua moglie Azzurra (Ivana Lotito), Enzo Sangue Blu (Arturo Muselli) e alcune new entry. Per la serie delle serie italiana è il momento della resa dei conti. Staje senza pensier’. Ah, no.

Cowboy Bebop Netflix – 19 novembre

Nemmeno l’anime firmato Shin’ichirō Watanabe è riuscito a restare immune alla live-action mania. C’era bisogno di una versione in carne e ossa della banda di cacciatori di taglie spaziali e un po’ freak guidati da Spike Spiegel? Probabilmente no, ma questo non ha fermato la produzione. La nuove immagini della sigla, la mitica Tank!, sono state diffuse, e sembrano fedelissime all’originale che dagli anni ’90 è diventato un vero e proprio classico. A questo punto non vediamo l’ora.

La ruota del tempo Amazon Prime Video – 19 novembre

Con 90 milioni di libri venduti, La ruota del tempo è una delle serie fantasy più popolari e durature. Ambientata in un mondo in cui la magia esiste e solo alcune donne possono utilizzarla (in pieno mood MeToo), la storia segue Moiraine (Rosamund Pike), componente di una organizzazione tutta al femminile incredibilmente potente, che inizia un pericoloso viaggio insieme a cinque giovani uomini e donne: uno di loro il Drago Rinato, destinato a salvare o a distruggere l’umanità.

Blanca Rai 1 – 22 novembre

Nuovo titolo del “papà” di DOC – Nelle tue mani, Jan Maria Michelini, con uno protagonisti più amati della serie-fenomeno, Pierpaolo Spollon, in un ruolo inedito. È la storia di Blanca (interpretata da Maria Chiara Giannetta), una giovane donna diventata non vedente da bambina. La perdita della sorella maggiore, per mano di un fidanzato violento, le fa maturare un senso di giustizia molto forte, fino a spingerla a entrare in polizia. La serie è stata realizzata con la consulenza di Andrea Bocelli. Nel cast c’è anche Giuseppe Zeno.

Hawkeye Disney+ – 24 novembre

Altro giro, altra serie Marvel, questa volta confezionata su misura per le festività. Hawkeye è ambientata nella New York City del post blip di Thanos, che ha dimezzato la popolazione. E qui l’ex Vendicatore Clint Barton (Jeremy Renner) ha una missione apparentemente semplice: tornare dalla sua famiglia per Natale. Ovviamente non è solo: in suo aiuto corre Kate Bishop (Hailee Stanfield), arciera ventiduenne con il sogno di diventare un supereroe. Anche perché in ballo c’è qualcosa di molto dello spirito natalizio.

True Story Netflix – 24 novembre

Primo ruolo televisivo drammatico per Kevin Hart, che fonde la realtà con la finzione, interpretando Kid, un comico di fama mondiale che torna a casa a Filadelfia per una tappa del suo tour e capisce che un serata con il fratello maggiore Carlton (Wesley Snipes) potrebbe costargli tutto. Già solo l’accoppiata Hart/Snipes promette scintille.

Succession 3 Sky Atlantic – 29 novembre

I Roy, la famiglia più ricca e stronza della serialità, è pronta per nuove lotte per il potere. Dopo l’imboscata subita da parte del figlio ribelle Kendall (Jeremy Strong), ritroviamo Logan Roy (Brian Cox) in una posizione molto rischiosa, mentre cerca in tutti i modi di rinsaldare gli equilibri del suo impero. Le tensioni aumentano mentre un’aspra battaglia aziendale minaccia di trasformarsi in una guerra civile familiare. E non preoccupatevi, ci sono tutti: da Sarah Snook a Kieran Culkin.