Isola dei famosi 2022, le pagelle: il graffio di Ilary e il Twitter-quesito «Ma chi diavolo è Nicolas Vaporidis?» | Rolling Stone Italia
Home TV & Serie

Isola dei famosi 2022, le pagelle: il graffio di Ilary e il Twitter-quesito «Ma chi diavolo è Nicolas Vaporidis?»

E Carmen Di Pietro, Vladimir Luxuria, i parenti di Belén, Floriana che promette faville con Zequila: è cambiato tutto, non è cambiato niente

Il cast dell’Isola dei famosi 2022

Foto: Mediaset

Arieccoci. Nemmeno il tempo di pensare “Ce l’abbiamo fatta, il Grande Fratello è finito”, che Canale 5 annuncia: “Ciao, ora andiamo tutti in Honduras”. Di nuovo. Per l’ennesima volta ci sbalzano al di là dell’oceano, per seguire le gesta dei concorrenti dell’Isola dei famosi, versione milionesima. Che poi, in realtà, si tratta sempre della solita compagnia di giro: l’ex gieffino di turno, l’isolana che aveva vinto la prima edizione dello show, un parente a caso dei Rodriguez, qualche Pupa e mezzo salotto buono della d’Urso . Sono sempre loro e, mentre li guardi, nella tua testa si insinua un pensiero dolcissimo: “Ma lasciamoli lì, no?”. In fondo, basterebbe scappare nel cuore della notte. Un piccolo ammutinamento: chiediamo poi così tanto ai montatori e alla troupe? Rifletteteci, ragazzi. Intanto, ecco com’è andata la prima puntata. Con tanto di annesse pagelle.

Ilary Blasi voto: 9

Non le diamo dieci solo perché ci ha fatto prendere un infarto con questa faccenda del matrimonio saltato. E voi direte: che c’entra? C’entra, c’entra, soprattutto se metà della promozione dell’Isola te la giochi su “il tradimento di mio marito è solo un complotto mediatico”. Della serie: dopo guerra e vaccini, pure le tesi cospirazioniste sul gossip. Anche meno, Ilary. Per il resto we love you, sempre. È lei infatti la vera regina dei reality, con i tempi giusti e il graffio micidiale. La nostra non le manda a dire a nessuno, nemmeno agli assenti. Blasi dispensa frecciatine come se piovesse a cominciare da: “Luxuria, sei stata concorrente, inviata e opinionista. Ti manca solo la conduzione e guarda che da opinionista a conduttore è un attimo… io lo so bene!” (capito, Signorini?). A proposito del collega della Casa: anche Signorini ci ha provato, a fare il cattivo. Però non è la stessa cosa. Ilary funziona perché si presenta in studio con un look immancabilmente tremendo (vogliamo parlare della fascia da mancata Moira Orfei?), alterna romanaccio e battute, ostentando la sua coattaggine con orgoglio. Lei insomma è come loro: come i concorrenti. È una prima inter pares e, per questo, la sua cattiveria non la trasforma in una maestrina.

L’Isola versione Villa Arzilla voto: 8

Sfatiamo un mito: i concorrenti dell’Isola non sono mai stati famosi. Ma proprio mai nella vita (loro e del programma). Vi ricordate forse un’annata dove non abbiate messo mano a Google per capire chi diavolo fossero ‘sti poveri cristiani? Ecco, appunto. Quindi usciamo dal falso problema del “ma i concorrenti non li conosce nessuno”, e andiamo invece al sodo: il futuro è dei vecchi. Sul serio. Lo dimostra l’Isola, dove il confronto generazionale è già chiaramente vinto dalla quota “over”. Si prenda il caso di mamma Carmen Di Pietro e figlio Alessandro Iannoni: lui ha il suo momento di celebrità quando spinge la mamma giù dall’elicottero, ma poi scompare. È lei infatti a prendersi tutta la scena, con il suo atteggiamento protettivo. “Mi dice: hai fatto la pipì? Ti sei lavato i denti?”, svela lui nell’agghiacciante RVM (poi ci arriviamo). “Sono qui all’Isola per dimostrarle che non sono un bambino”. Onestamente? Di lui ci frega poco, anzi nulla, mentre i riflettori si accendono su questo nuovo lato di Carmen. L’esempio più eclatante è però la coppia Rodriguez dove, in 30 secondi, papà Gustavo si conquista tutta la stima e la simpatia del pubblico. Oscura perfino gli addominali del figlio Jeremias, con cui gareggia. Scommettiamo che batterà i figli in popolarità? Il risultato è un’Isola a metà strada tra il mondo di Highlander e una Rsa: un taglio che promette faville.

Vladimir Luxuria voto: 7

Forse ci hanno fregato le aspettative (sempre altissime, quando parliamo di Vladimir), ma, onestamente, il ritorno da opinionista di Luxuria è un tantino tiepido. Per carità, lei funziona, ma quello era davvero il minimo sindacale: se hai fatto la concorrente, l’inviata e l’opinionista all’Isola, la macchina ormai la conosci per forza. I tempi quindi ci sono, il look pure (l’abitino in stile “colazione da Ilary” è già cult), ora però bisogna lavorare sul graffio. Lunedì l’unica battuta davvero degna di nota è stata la stilettata a Carmen Di Pietro: prima del lancio dall’elicottero, Carmen ha tirato fuori dal reggiseno una mezza quintalata di pezzi di cioccolato. E Vladimir: “Ma c’è il supermercato lì dentro?”. Ecco, questa è la Luxuria che conosciamo noi.

Nicola Savino voto: 6

È un 6 sulla fiducia, perché Nicola ci sa fare. Ma non ieri sera. Il conduttore si è barcamenato tra battute banalotte, un eccesso di morbosità a ogni inquadratura di Cicciolina (“Da ragazzo ero il suo fidanzato, ma lei non lo sapeva”: e dovrebbe fare ridere), e soprattutto un’alchimia che non scatta mai con Luxuria. I due opinionisti la pensano spesso allo stesso modo e questo non va bene, perché appiattisce il dibattito. Capiamo che essere più brillanti di Luxuria è tosto, ma Savino avrà pure qualcosa da dire, no? L’impressione è che non riesca a mettere a fuoco il proprio ruolo. Diamogli però tempo, in fondo è solo la prima puntata.

Il “nuovo” regolamento voto: 5

La grande novità di quest’anno è che ci si deve accoppiare. E tu pensi: “Ma quello non era il Grande Fratello?”. No, o meglio: sì, anche. D’altronde, non si va da nessuna parte con i reality se un concorrente non litiga o non amoreggia. Così gli autori hanno deciso di giocare d’anticipo: da quest’anno all’Isola si gareggia in coppia. Punto. Chi si è presentato single è stato quindi accoppiato a colpi di noci di cocco, e un paio di loro sono stati addirittura legati fisicamente (si attendono scintille per la coppia Zequila-Floriana). Per il resto, boh, a noi francamente sembra tutto uguale. Al posto della Casa c’è un’isola, i gieffini diventano isolani, ma insomma, il meccanismo è sempre quello lì. Ovvero sputtanarsi a favore di telecamera per poi risorgere a nuova vita televisiva…

Alvin voto: 4

Giornali, uffici stampa e parenti stretti (di Alvin) hanno trascorso gli ultimi dieci giorni della loro vita nel ripeterci che quest’anno c’è “il grande ritorno di Alvin” all’Isola. Non facevano che ribadirlo. E così, alla fine, noi gli abbiamo creduto. Abbiamo acceso la tv assaporando il “grande ritorno” di colui che è famoso per… per… l’Isola, e basta. Ma comunque sia. Hanno parlato di “grande ritorno” quindi, diamine, sarà un inviato fantascientifico, no? Ebbene, è vero: Alvin è tornato, ma probabilmente, in questi anni di lontananza dalle Honduras, ha dimenticato tutto quello che aveva imparato. Il poveretto ci prova, cerca di fare il meglio, ma è costantemente fuori sync e non riesce a imbroccare una battuta, che sia una, che faccia ridere. “Non ho capito”, è il commento più gentile che Blasi gli rifila. Resterà nella storia della tv l’abbrivio: un orgogliosissimo Alvin si sporge dall’elicottero per mostrare a noi italiani le bellezze dell’Honduras. Inizia a dirci che ci sono tot atolli, che sono grandi ma non grandissimi, e che la natura è inc… “Alvin, siamo all’Isola dei famosi, mica a Superquark!”, lo interrompe Ilary, “Che ce frega delle isole?”. Niente: il poveretto non ce la può fare.

Gli RVM di presentazione voto: 3

Cortesemente, qualcuno li aiuti. Ma mica i concorrenti: gli autori. Mandiamoli per favore a ripetizione intensiva di RVM ad Amici o in stage, in giro per l’Oriente, con i montatori di Pechino Express perché, davvero, i lanci del kick off sono stati imbarazzanti. Nemmeno i concorrenti sembravano credere, fino in fondo, alle castronerie che dicevano. Per dire, Floriana ha assicurato: “Mi sento un litro e mezzo dentro una bottiglia da un litro, quindi vi darò filo da torcere”. Ma che cappero vuol dire? E ancora: la modella Jovana Djordjevic ha rivelato: “Mi piacciono il rock’n’roll, il sesso e la pizza. In quest’ordine”. Un’informazione davvero vitale, grazie. Lory Del Santo ha poi presentato il toy boy Marco con un “è molto sexoso con quelle ciambelline”, per poi sbagliare isola e aggiungere: “Facciamo una vita da pensionati, partecipiamo all’Isola per capire se mettere la parola fine al nostro rapporto o se andare avanti” (cara, non siamo a Temptation…). I casi sono due: o sono stati imboccati male o non sono stati fermati in tempo (dateci retta, nei reality la censura può essere un atto d’amore). In ogni caso il problema è degli autori.

Il côté di ospiti e amici voto: 2

Qui, signori, si sfiora l’accanimento terapeutico. Non bastava infatti la staffetta senza soluzione di continuità tra GF e Isola, né il cast copia-incolla: no, la società di produzione Banijay Italia doveva per forza aggiungere un parterre di ospiti in studio composto da “l’amica del concorrente”, “la sorella di”, “la moglie di”, l’amante o l’amico. Non bastava la giuria? Perché aggiungere altri commenti, peraltro non richiesti? L’auspicio è che qualcuno li rimandi tutti a casa, dal prossimo lunedì. Cosa che, peraltro, farebbe pure risparmiare in termini di costi.

Nicolas Vaporidis voto: n.c.

Facciamo per favore due minuti di silenzio per il fu Nicola Vaporidis, in memoria della sua gloriosa (ehm…) carriera. Non so infatti se avete visto i social: in trend topic c’è #nicolavaporidis e non perché l’attore sia figo (sorry, Nick, ma sei invecchiato maluccio), o bravo, o famoso. No, il tema del contendere è: ma chi diavolo è Nicola Vaporidis? I social si sono così spaccati in due, con i boomer che ammettono “Sono vecchio se solo io conosco Nicola Vaporidis” e i giovincelli che insistono “No, davvero, fateci capire: ma chi è?!”.