Home TV Interviste TV

Sul set di ‘Sex Education 2’

Siamo stati al liceo Moordale dove i protagonisti del teen drama di Netflix ci hanno raccontato il dietro le quinte della seconda stagione

Nella cittadina di Newport, all’interno di quella che un tempo era l’Università del Galles (e i cui edifici vengono oggi utilizzati solo per le scene ambientate nella fittizia Moordale School), la troupe e il cast di Sex Education 2 sono al settimo cielo. È una giornata di agosto 2019 e le riprese della seconda stagione della serie dei record (oltre 40 milioni di visualizzazioni su Netflix), creata dall’inglese Laurie Nunn, sono iniziate da un po’.

Incontriamo i protagonisti in una delle nuove location, la biblioteca, dove sarà ambientato interamente uno dei nuovi episodi. La trama riparte laddove eravamo rimasti al termine della stagione precedente: Otis (Asa Butterfield) si è fidanzato con Ola (Patricia Allison) e ha ripreso a gestire la clinica del sesso fondata insieme alla ribelle Maeve (Emma Mackey); intanto sua madre Jean (Gillian Anderson), che ha iniziato una relazione con il padre di Ola, Jacob (Mikael Persbrandt), è stata assunta come consulente sessuale dalla Moordale School.

Una situazione che creerà, come è facile immaginare, non pochi disagi. “Girare questa seconda stagione è stato un po’ come tornare in famiglia, è un ambiente familiare” racconta Ncuti Gatwa, interprete di Eric, il migliore amico di Otis. Tra colpi di scena e grandi rivelazioni, Sex Education 2 continua ad esplorare con grazia e ironia il rapporto tra adolescenti e sesso. “Ci aspettavamo che la nostra serie avrebbe avuto un impatto sulle nuove generazioni , ma abbiamo scoperto che piace anche agli adulti, cresciuti in un’epoca in cui il sesso era un tabù”, spiegano Aimee Lou Wood e Tanya Reynolds, interpreti rispettivamente di Aimee e Lily. Gli otto episodi di Sex Education 2 saranno disponibili su Netflix dal 17 gennaio.

Leggi anche