Home TV Documentari

‘Total Records’: la storia della grafica musicale cover per cover


1997, ‘Ladies and Gentlemen We Are Floating In Space’, il designer Mark Farrow trasforma l’opera rock degli Spiritualized in una scatola di antidolorifici

Nel 1997 le classifiche erano dominate dal britpop e le riviste di settore dalle celebrazioni di Ok Computer dei Radiohead. Eppure, alla fine dell’anno, tutti si ritrovarono a parlare di un disco diverso, scritto da uno degli eroi della psichedelica indipendente britannica: Ladies and Gentlemen We Are Floating In Space, pubblicato da Jason Pierce con il monicker Spiritualized.

Scritto sprofondando nella droga, e per superare la devastante rottura con la tastierista della band e fidanzata dell’epoca Kate Radley – che due anni prima, mentre gli Spiritualized si preparavano a fare da spalla al tour dei Verve, aveva sposato in segreto Richard Ashcroft -, Ladies and Gentlemen è un monumento allo space rock, un album struggente sospeso tra il gospel e il rock psichedelico.

‘Ladies and Gentlemen We Are Floating In Space’

«Sapevamo fin da subito che questo album non sarebbe stato pubblicato in un normale CD Case», racconta il designer Mark Farrow. «Pierce parlava della musica come se fosse una medicina per l’anima, un’idea che mi ha colpito immediatamente. Subito, in quello stesso incontro, ho suggerito di pubblicarlo come se fosse una scatola di antidolorifici». Il packaging “medicinale”, completo di bugiardino e ricetta, è protagonista della nuova puntata di Total Records: storia di una copertina, la serie di ARTE in italiano dedicata alla storia della grafica musicale. Potete vederla in cima all’articolo.

Leggi anche