Home TV Documentari

Peni in processione, donne virtuali e altri paradossi della sessualità in Giappone

Nella prima puntata di 'Love Rituals', la nuova serie di ARTE che racconta come cambia la sessualità nel mondo, un fotografo, una geisha e un sacerdote mettono ordine tra tutte le contraddizioni della cultura del Sol Levante

Ogni anno, durante la festa scintoista della fertilità chiamata Kanamara Matsuri, i giapponesi portano in processione statue di falli giganti. Nel frattempo, i passanti che accompagnano il corteo assaggiano lecca-lecca a forma di vulva. Qualcun altro scolpisce legumi fallici. Una festa surreale, possibile solo nel Sol Levante, e l’occasione perfetta per un viaggio alla scoperta della sessualità in Giappone, un paese in cui i giovani, soprattutto i maschi, preferiscono i piaceri virtuali a quelli carnali.

Questo è il tema al centro della prima puntata di Love Rituals, la nuova serie di ARTE dedicata alla scoperta del rapporto con la sessualità dei diversi paesi del mondo. Un viaggio di sei mesi in compagnia della scrittrice e presentatrice Charlotte Roche. Nell’episodio dedicato al Giappone, Roche incontra il fotografo Kyoichi Tsuzuki, un sacerdote e una geisha: insieme a loro cercherà di dare un senso ai tanti paradossi della cultura giapponese. Potete vederlo in cima all’articolo.

Leggi anche