Home TV Documentari

‘L’uomo si è mangiato la terra’, un documentario racconta come l’industria ha divorato il nostro pianeta


Il nuovo film di ARTE, disponibile qui sul sito di Rolling Stone, racconta la storia dell'industrializzazione e delle pesanti conseguenze di cui ha sofferto il nostro pianeta, che si affaccia verso "l'Antropocene", l'era dell'uomo

Tra zero e quindici chilometri sopra il livello del mare, tutto attorno al globo, ci sono 14 miliardi di tonnellate di diossido di carbonio intrappolate nella bassa atmosfera. Si tratta di tutto il CO2 che abbiamo emesso durante l’industrializzazione: un fenomeno che ha migliorato la qualità delle nostre vite, ovviamente, ma che ci ha anche dato napalm, pesticidi, rifiuti radioattivi e il riscaldamento globale.

L’uomo, in poche parole, ha alterato il suo pianeta. Oppure, come recita il titolo del nuovo documentario di ARTE, L’uomo si è mangiato la terra. Come siamo arrivati fin qui? Il film, una produzione francese diretta da Jean-Robert Viallet, vuole rispondere proprio a questa domanda, spiegando cos’è quella che gli scienziati chiamano “Antropocene”, l’era dell’uomo. Potete vederlo in cima all’articolo.

Leggi anche