Home TV & Serie Documentari

L’ultima battaglia di Hong Kong


Il reportage di ARTE racconta le manifestazioni del 2019 e la nuova legge sulla sicurezza: «Un anno fa i giovani ottenevano una vittoria, ora è arrivato un provvedimento 10 volte peggiore. È una vendetta»

Pochi giorni fa la Cina ha «respinto con forza» il comunicato inviato dai ministri degli Esteri del G7 a proposito della legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong, un provvedimento che vuole criminalizzare «la secessione, la sedizione, la sovversione e il terrorismo». La legge arriva circa un anno dopo le manifestazioni contro la legge di estradizione – poi ritirata da Pechino – e gli scontri tra attivisti e polizia: il testo approvato a fine maggio dall’Assemblea nazionale del popolo, infatti, sembra quasi una vendetta ed è stato criticato dalla comunità internazionale.

«Mi spiace per i giovani di Hong Kong, un anno fa scendevano in piazza e ottenevano una vittoria, ma nessuno sospettava l’arrivo di un provvedimento 10 volte peggiore. Non possono farci niente», dice Chip Tsao, analista politico tra i protagonisti del nuovo reportage di ARTE, che ripercorre la storia delle manifestazioni e racconta una delle crisi politiche più complicate della storia di Hong Kong.

Altre notizie su:  Arte