Home TV Documentari

La follia del tramadolo, il farmaco che non fa sentire la fatica

Utilizzato dai braccianti clandestini per resistere a ritmi di lavoro opprimenti, l’anti-dolorifico è ufficialmente classificato come oppiaceo debole. I suoi effetti però sono devastanti, come racconta il nuovo reportage di ARTE

Il tramadolo, farmaco anti-dolorifico, è ufficialmente classificato come una oppiaceo debole. Tuttavia, in Togo e in molti altri stati africani sta devastando la popolazione. In Italia è noto come “la droga del migrante”, e viene utilizzato dai braccianti clandestini per non sentire la fatica.

Il suo uso è stato sviato, perché oggi il farmaco viene assunto soprattutto per resistere a ritmi di lavoro opprimenti. È sempre troppo tardi quando, per mancanza di informazione e prevenzione, i consumatori si rendono conto che dà dipendenza: la storia del tramadolo è al centro del nuovo reportage di ARTE, che potete vedere in cima all’articolo.

Altre notizie su:  Arte