Home TV Documentari

Chi sono davvero i sovranisti in Francia e Germania?

‘Chi punta dritto al cuore dell’Unione’, il nuovo documentario di ARTE, racconta la campagna elettorale sovranista attraverso due fronti caldi: Chemnitz in Germania e Carpentras in Francia

Nonostante i risultati del voto non gli consentiranno di formare una maggioranza in Parkamento, la campagna elettorale delle ultime elezioni europee è stata segnata più di ogni altra cosa dall’offensiva populista e dell’estrema destra contro “il nemico di Bruxelles”, l’Unione Europea. Movimenti euroscettici, che alla globalizzazione rispondono con un nazionalismo esasperato, una presenza massiccia sul web e un linguaggio aggressivo, violento e xenofobo.

«Quando ci si sente smarriti, si tende ad aderire al pensiero autoritario, a ricadere in uno stato predemocratico, scaricando le responsabilità e credendo a chi propone soluzioni facili», dice Frank Richter, teologo e militante per i diritti civili impegnato contro l’ascesa dell’estrema destra.

In Francia, la crisi sociale è stata cavalcata dai gilet gialli, che hanno trasformato la protesta contro Macron in tre liste vicine ai sovranisti. In Germania, la prima economia europea, Angela Merkel è stata fortemente criticata per la gestione dei fenomeni migratori, e nella campagna elettorale ha dovuto affrontare l’Afd (“Alternativa per la Germania”) e una spinta dell’estrema destra che non ha precedenti. Due paesi diversi, ma accomunati dalle stesse sfide politiche. La storia politica recente di questi due paesi è al centro del nuovo documentario di ARTE dedicato alla campagna elettorale sovranista, raccontata attraverso i “due fronti” di Chemnitz in Germania e Carpentras in Francia. Potete vederlo in cima all’articolo.

Leggi anche