Home TV Documentari

‘B-Boys: la storia della break dance’, le origini e i pionieri della Rock Steady Crew

Quarant’anni dopo gli esordi nelle feste di quartiere del Bronx, la nuova serie di ARTE racconta l’epopea di una cultura in continua evoluzione

“Lo ricordo perfettamente: eravamo in cerchio a guardare gente che faceva una battle, un tipo si è lanciato in aria ed è atterrato restando immobile. È ciò che oggi chiamiamo Freeze, ma tutti ne erano affascinati, soprattutto io, che ero un bambino. Ricordo che in quel momento, per me, la breakdance,il b-boying, ha avuto inizio”. A parlare è Mr. Freeze, uno dei pionieri della Rock Steady Crew a New York, insieme a Crazy Legs e Doze.

Quarant’anni dopo gli esordi nelle feste di quartiere del Bronx la nuova serie di ARTEB-Boys: la storia della break dance racconta l’epopea di una cultura in continua evoluzione, che oggi ha superato le frontiere dell’hip-hop. E lo fa attraverso i b-boys leggendari di tre continenti: America, Europa e Asia. In questo primo episodio, che vedete in anteprima su Rolling Stone (e che sarà disponibile su ARTE dall’8 aprile), i pionieri della Rock Steady raccontano le origini della break dance, attraverso interviste esclusive e immagini d’archivio.

Leggi anche