Home Sport

«Testa avanti e pedalare»: come l’Italia ha battuto il Belgio

Alla prima partita di Euro 2016 gli azzurri hanno fatto una bella prestazione, dimostrando di avere gli attributi

Pellé ha chiuso il match di ieri sera con un tiro al volo. Foto: Uefa - Euro 2016

Pellé ha chiuso il match di ieri sera con un tiro al volo. Foto: Uefa - Euro 2016

Nonostante tutti i pronostici sfavorevoli, l’Italia ha battuto il Belgio nella prima partita degli Europei di Francia. Un 2 a 0 secco, grazie ai gol di Emanuele Giaccherini sul finale del primo tempo e di Graziano Pellè negli ultimi secondi della gara.

«Questi sono 23 ragazzi molto bravi, sappiamo che per noi il cammino è in salita però lo spirito c’è e oltre allo spirito anche la squadra. Testa bassa e pedalare, come dico sempre», ha dichiarato Antonio Conte alla Gazzetta dello Sport a fine partita.

E lo spirito di sacrificio, assieme alla voglia di vincere, ha fatto la differenza. Dietro c’è stata una prestazione molto convincente di Bonucci e Barzagli. Davanti, Eder e Pellè, oltre alla spinta costante di Candreva e agli inserimenti dei centrali, hanno dimostrato di saper dire la loro. Soprattutto l’attaccante del Southampton è stato più volte pericoloso con un paio di colpi di testa.

Nonostante momenti di confusione – del Belgio in attacco e nostri in difesa – abbiamo retto anche a metà secondo tempo, quando i nostri avversari sono arrivati a far soffrire la difesa in più di un’occasione, costringendo spesso la difesa a interventi scoordinati. Il Belgio è secondo nel ranking mondiale della Fifa, dietro solo all’Argentina. L’Italia è 12esima.

Nel gruppo E, al momento, l’Italia è in testa, grazie al pareggio che ha fermato Irlanda e Svezia sull’1 a 1. La prossima partita della Nazionale sarà il 17 giugno, venerdì, alle 15 contro gli svedesi.

Leggi anche