Home Sport

Rolling Mondiale: i risultati esatti delle partite di oggi

Grigliatone di Ferragosto e Il Lotto alle Otto. Una giornata un po' così

Fellaini, vero erede di Valderrama.

Fellaini, vero erede di Valderrama.

Senegal – Colombia

Ci sono partite che non contano niente, altre che contano troppo. Questa partita fa parte della seconda categoria. La Colombia decide di giocare il tutto per tutto, chiedendo a Valderrama di scendere in campo camuffato, pensando che il suo lento incedere di classe possa funzionare contro i leoni del Senegal. Il piano si stoppa quando bisogna affrontare l’ovvio problema dei capelli. Convincono il biondo Carlos a tagliarseli ma, inaspettatamente, l’effetto è sansonico. Valderrama si trasforma in una pippa, la Colombia deve sostituirlo dopo dieci minuti ma lo shock ormai è troppo forte. Zero a zero di contropiedi continui e palle in terzo anello. Colombia fuori dal Mondiale. E, soprattutto, Valderrama rasato.

Giappone – Polonia

Per stupire ancora di più il pubblico, più di quanto fatto fino qui, il Giappone decide di scendere in campo con i cognomi “inglesizzati” e gli occhi alla occidentale. Il match si decide con un Tiro della Tigre del centravanti, che riuscirà a fare un clamoroso salto di carriera fino ad acquistato dalla Juventus. Vi ricorda qualcosa?

Inghilterra – Belgio

Partita bizzarra, perché per una volta l’importante è perdere. Inghilterra e Belgio sono pari in tutto: pari punti, pari scontri diretti, pari differenza reti, pari gol realizzati. La partita si spegne sullo zero a zero e per decidere chi sarà prima nel girone l’arbitro decide di chiamare Beppe Grillo e scrivere assieme a lui un nuovo sistema di valutazione: l’estrazione. Si monta un palchetto a fine partita dove con un sistema di palline si decide la prima classificata. Viene reintrodotto Il Lotto alle Otto.

Panama – Tunisia

Ci sono partite che non contano niente, altre che contano troppo. Questa partita fa parte della prima categoria. Panama e Tunisia arrivano in tenuta da spiaggia a dir poco. Costume, no pantaloncini, infadito gommate e canottierine. Il campo per l’occasione è stato riempito di sabbia, trasformando il match in una gustosa grigliata di Ferragosto.

Leggi anche