Home Sport

Red Bull Epic Rise: un sabato tutto in salita (su due ruote)

In tre sono arrivati in vetta ai 50 metri, sotto gli occhi di una giuria d'eccezione

Settantacinque motorini in una battaglia con l’acceleratore tirato. Com’è andata la sfida tutta in salita di Red Bull Epic Rise, 50 metri in salita, rigorosamente in sella a scooter e motorini elaborati.

La giuria d’eccezione era composta dall’otto volte campione del mondo di motocross Tony Cairoli, Tamara Molinaro, promessa del rally italiano e lo stuntbiker Andrea Pirillo.

Soltanto in tre sono riusciti a completare la salita: Mattia Pavani, Peter Diulgheroff e Gianluca Biganzoli (gli ultimi due primo e secondo nella categoria Proto).

Gianluca Biganzoli in azione. Foto Damiano Levati/Red Bull Content Pool

Gianluca Biganzoli in azione. Foto Damiano Levati/Red Bull Content Pool

Qui di seguito i podi completi.

Podio categoria Stock

1° classificato – Francesco Dodi (45 metri)
2° classificato – Riccardo Decanis (40,5 metri)
3° classificato – Lorenzo Magnani (39,9 metri)

Podio categoria Truccati

1° classificato – Mattia Pavani (50 metri)
2° classificato – Alessio Gorelli (49,4 metri)
3° classificato – Davide Gasparini (47,5 metri)

Podio categoria Proto

1° classificato – Peter Diulgheroff (50 metri – 12,77 secondi)
2° classificato – Gianluca Biganzoli (50 metri – 14,72 secondi)
3° classificato – Andrea Caccianiga (49,8 metri)

Leggi anche