Home Sport

Le nuove regole del calcio

Dal fallo di mano alla barriera senza più disturbatori, fino alle sostituzioni anti perdita di tempo

Foto via Getty Images

Durante la 133a riunione dell’International Football Association Board (Ifab) svoltasi ad Aberdeen negli scorsi giorni, sono state stabilite alcune nuove norme che, dal prossimo anno, entreranno a far parte del regolamento in tutte le partite di calcio. Vediamo le principali

Il fallo di mano

In questo caso cambia poco, la volontarietà rimane anche per i tocchi involontari se il braccio è lontano dal corpo.

Giallo e rosso per il tecnico

Dal prossimo anno l’arbitro potrà mostrare il cartellino giallo all’allenatore prima dell’eventuale espulsione. In caso di rosso, inoltre, la squalifica consigliata sarà di una sola giornata.

Il rinvio dal fondo

Fino ad oggi la palla è stata considerata giocabile una volta uscita dall’area. Dalla prossima stagione, invece, il portiere potrà passare a un compagno dentro l’area. Inoltre gli attaccanti avversari potranno intercettare il passaggio.

La barriera

In caso di punizione diretta, gli avversari non potranno più disturbare i giocatori posizionati in barriera, ma dovranno posizionarsi ad almeno un metro di distanza.

I rigori

Durante i rigori, il portiere poteva muoversi liberamente lungo la linea di porta. D’ora in poi potrà tenere un solo piede sulla riga, con la possibilità del var di intervenire qualora non lo facesse, in caso di parata.

Le sostituzioni

Niente più perdite di tempo. I giocatori sostituiti dovranno uscire dal terreno di gioco dal punto più vicino, senza dover per forza andare a centrocampo.

L’arbitro non farà più gioco

Se in passato un tocco dell’arbitro non veniva considerato ininfluente sul gioco, d’ora in poi ci riprenderà palla a due se un tocco del direttore di gara favorirà un assist o un gol.

Cartellino e vantaggio

In caso di fallo si potrà battere la punizione prima che l’arbitro estragga il cartellino, in modo da concretizzare il vantaggio. In caso di cartellino, sarà estratto una volta finita l’azione.

Palla a due

Nel caso fosse necessaria la palla a due, l’arbitro la darà alla squadra che deve giocarla, con l’avversario obbligato a rimanere ad una distanza di quattro metri.

Gol e tocco di mano

Un gol segnato con un tocco di mano sarà sempre annullato, anche se il tocco risultasse involontario.

Leggi anche