Home Sport

Il tizio che ha provocato l’incidente al Giro d’Italia era un hipster su bici a scatto fisso

Uno dei corridori conferma: il genio che ha invaso la carreggiata durante la tappa di domenica scorsa, stava cercando un momento di gloria con la sua fixie

Thomas Danielson del team Cannondale-Garmin mentre si rialza dopo la caduta. Foto: Twitter

Domenica scorsa, a dieci chilometri dal traguardo della tappa Albenga-Genova, un celenterato su bici a scatto fisso (o fixie) ha invaso la carreggiata mentre stava passando il gruppo di corridori, provocando la rovinosa caduta di molti.

Tra i malcapitati, usciti un po’ ammaccati e sicuramente danneggiati dal punto di vista della classifica, ci sono molti nomi illustri, tra cui Domenico Pozzovivo, Marco Coledan e Pieter Serry (costretto al ritiro dal Giro dopo la caduta). Come sappiamo della fixie? Lo ha denunciato con un Tweet Eugenio Alafaci, che al momento dell’incidente era nel gruppo:

Qui sotto invece trovate un filmato dell’incidente. Non si vede molto, ma abbastanza per concludere che il tizio responsabile del danno dovrebbe pedalarsene a quel Paese. Almeno stavolta, a ruota libera.

Leggi anche