Home Sport

Charles Leclerc è il migliore anche nella Formula 1 virtuale

Dopo le battaglie con Vettel e Hamilton della scorsa stagione, il talento della Ferrari ha partecipato al "Virtual Grand Prix" insieme a colleghi e campioni di eSport, dimostrando ancora una volta perché è il pilota del futuro

Charles Leclerc durante una gara del Virtual GP

Domenica è andata in scena la terza tappa della Formula 1, quella virtuale. L’organizzazione stessa, vista l’epoca che ci tiene a secco da asfalto, benzina e pneumatici, ha acconsentito alla proposta di Liberty Media di organizzare un campionato eSport trasmesso direttamente sui broadcaster che ne detengono i diritti. Infatti, la “Virtual Grand Prix Series” è stata commentata da Carlo Vanzini e Matteo Bobbi direttamente sui canali di Sky Sport.

E in questo campionato partecipano sia piloti di F1, sia talenti del mondo dei videogiochi, artisti e cantanti. La prima tappa, però, presentava solo Lando Norris come grande talento della Formula 1 e il tutto lasciava presagire che ‘sta Virtual Series sarebbe stata una “cagata pazzesca”. Invece no: il grande impatto mediatico del campionato virtuale ha convinto anche altri campioni del circus a prenderne parte, tra gli altri Charles Leclerc, il pilota della Ferrari. Anzi, il pilota del futuro del Cavallino e della Formula 1.

La seconda tappa si è corsa sul circuito australiano di Melbourne, dove sarebbe dovuta iniziare più di un mese e mezzo fa la stagione reale di F1. Alla partenza, quando si spengono i semafori, Charles ha già diversi metri di vantaggio. Come a dire, ragazzi qui comando io. Per Carletto, come viene chiamato dal team italiano della Scuderia Ferrari, è semplice chiudere davanti a tutti al suo debutto nel Virtual GP. Una prestazione da fenomeno, come quelle che ha mostrato la scorsa stagione – quella vera, fatta di rischi e adrenalina – a Monza e a SPA, che ha portato subito la Ferrari a esporre la bandiera italiana a Maranello, come fosse una vittoria di un Gran Premio vero. Ma Leclerc non si è accontentato di vincere al debutto, domenica scorsa ha bissato il successo. Due vittorie in due gare, questa volta sul circuito virtuale cinese. Il pilota più talentuoso della new generation dimostra di essere abilissimo anche con il volante collegato al Wi-Fi.

Da anni si parla di Charles come uno dei più grandi talenti della Formula 1. Il debutto nel 2018 con l’Alfa Romeo-Sauber aveva già dimostrato le sue doti, ma le due vittorie della passata stagione, le battaglie con Vettel, Hamilton e Vertstappen hanno confermato la grande personalità di Carletto. Ma come si allena la reattività e la competitività? Correndo, correndo e correndo. E Leclerc lo fa da sempre, nei circuiti e a casa, perché la grande novità che portano le nuove generazioni è l’innata capacità di adattarsi alle condizioni, alle modalità. Poco importa se sia eSport o sport vero, Leclerc è il pilota perfetto che deciderà le sorti delle prossime stagioni perché ha nel sangue il talento dei grandi piloti del passato e la sensibilità dei migliori videogiocatori del mondo. Il suo continuo allenamento con il simulatore F1, le partite online mostrate sul suo canale Twitch, che esplode di commenti, interazioni, donazioni e complimenti, lo mantengono vivo, energico e affamato. Gli allenamenti di oggi presentano già, per i piloti, i simulatori, ma la dedizione di Carletto in streaming è esemplare, uguale a quella che avrebbe con il casco in testa e l’occhio che sanguina cercando di affrontare alla massima velocità la prossima curva, e quella dopo, e quella dopo ancora. Fino alla fine. Fino alla vittoria. Questo è Charles Leclerc.

Leggi anche