All-Star Game: cosa è successo ieri e cosa ci aspetta nel weekend

La prestazione di Win Butler degli Arcade Fire è stata incredibile
Stasera l'All-Star Saturday, domani la partita East vs West. Foto: Andrew D. Bernstein/NBAE via Getty Images

Stasera l'All-Star Saturday, domani la partita East vs West. Foto: Andrew D. Bernstein/NBAE via Getty Images


L’All-Star Game è iniziato a Toronto la scorsa notte, con il primo di tre giorni di eventi e di festa per il mondo dell’NBA. Da calendario, i primi due capitoli sono stati il Celebrity Game e il BBVA Compass Rising Star Challenge. Per chiarire, la gara tra cantanti, attori e celebrities varie prima, e poi la sfida che ha coinvolto gli atleti al primo e secondo anno nel campionato, divisi in Team USA e Resto del mondo.

Nella prima sfida, i personaggi sono stati divisi tra USA e Canada, e le due squadre, allenate rispettivamente da Kevin Hart e Drake, si sono date battaglia, per quanto ci si possa dare battaglia in una sfida così. A portare a casa la vittoria è stato il Team Canada, con Win Butler degli Arcade Fire nominato MVP.

Poco dopo, è toccato alle Rising Stars scendere in campo. Il livello si è alzato notevolmente, come tutti si aspettavano. La partita è stata anche combattuta, come testimonia anche il punteggio che ha visto il Team USA portarsi a casa il match di appena tre punti, 157 a 154. Tre giocatori sono arrivati a quota 30 punti, Zach LaVine per il Team USA (che ha anche vinto il titolo MVP della serata), e Emmanuel Mudiay e Kristaps Porzingis per il Team World.

Stanotte (tutto l’evento è in diretta su Sky Sport, dalle 2 di notte) toccherà all’All-Star Saturday Night. Vale a dire, Skills Challenge, gara del tiro da tre punti e gara delle schiacciate. Domenica notte, poi, sarà la volta della sfidapiù importante con East Conference e West Conference a confronto. In quella che sarà molto probabilmente una gara tributo a Kobe Bryant, alla sua ultima stagione.