Home Rolling Affairs

Per qualsiasi domanda sul coronavirus, puoi chiedere a Citbot

Da oggi sulla homepage di Rolling Stone trovate Citbot, uno strumento che usa l’intelligenza artificiale per rispondere a tutte le vostre domande sulla crisi sanitaria, i diritti civili e molto altro

Già qualche mese fa vi avevamo presentato Citbot, un progetto dell’Associazione Luca Coscioni per sfruttare la tecnologia che sta dietro a chatbot e intelligenza artificiale a fini sociali. 

L’idea di fondo è che su certi temi che riguardano i diritti civili – e che sono i cavalli di battaglia dell’associazione – ci sia una grande ignoranza, anche per mancanza di campagne di informazione adeguate. La gente non sa, vorrebbe sapere, non sa a chi chiedere ed è lasciata sola.

Per cercare di far fronte al problema l’Associazione Luca Coscioni ha dunque sviluppato Citbot, che è una chatbot con un archivio di domande e risposte su determinati temi, “addestrato” dai membri dell’Associazione, che impara e si perfeziona tramite il machine learning. Lo spunto era stato dato dal fatto che la grande maggioranza delle richieste di aiuto ricevute dall’associazione riguardavano domande standard a cui si sarebbe potuto dare una risposta standard in modo automatico.

Tutto ciò è tanto più vero adesso, in un momento di crisi ancora più grave per tutta la società. “Le difficoltà che stiamo attraversando tutti mettono a dura prova la nostra quotidianità, il nostro lavoro, i rapporti di amicizia e familiari, spesso costringendo a sacrifici molto pensati. L’arma più importante di cui dotare i cittadini è quella della conoscenza”, ha spiegato a Rolling Stone il politico radicale Marco Cappato, alfiere delle battaglie sui diritti civili e tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni.  

Il problema principale, per il pubblico, è che siamo immersi in un flusso di informazioni confuse e contraddittorie. “Nonostante le enormi quantità di informazione diffuse dai mass media, sono ancora tanti i dubbi e le incertezze dei cittadini, che spesso non riescono a orientarsi tra le mille voci, opinioni e interpretazioni di regole”, spiega ancora Cappato. “La cosa più difficile è inseguire le interpretazioni cangianti del Governo e la sovrapposizione con le delibere regionali e comunali, ad esempio su passeggiate e uscite coi figli”.

Il metodo migliore per fare chiarezza è il dialogo personale, faccia a faccia, che in questo momento non è per forza di cose possibile. Citbot offre un’alternativa, per “mantenere la possibilità di ricevere informazioni in forma dialogica giorno e notte senza paralizzare i servizi di emergenza”.

Da oggi Citbot sarà anche integrato nell’homepage di Rolling Stone, così da fornire un canale in più per rispondere a tutte le vostre domande su questi temi. Clicca sul banner per saperne di più!