Stormy Daniels: «Ho sculacciato Trump con una rivista, e in copertina c’era lui»

La pornostar ha raccontato ad Anderson Cooper della notte passata con il presidente americano nel 2011 e delle minacce ricevute negli anni successivi.

A novembre 2016 Donald Trump è stato protagonista di una puntata di 60 Minutes – la trasmissione giornalistica condotta da Anderson Cooper, tra le più importanti del panorama televisivo americano. Poco dopo la messa in onda il presidente chiamò il produttore esecutivo Jeff Fager, voleva sapere se avesse conquistato il record d’ascolti della giornata. Non andò così, a differenza di quanto successo con la puntata andata in onda l’ultimo week end. Protagonista Stormy Daniels, la pornostar che avrebbe avuto una relazione con Trump nel 2011.

Intervistata da Anderson Cooper, l’attrice ha raccontato i dettagli del loro incontro, del contratto che le hanno sottoposto per non raccontare nulla e delle minacce subite nel corso degli anni. Trump non ha risposto a chi gli chiedeva se avrebbe guardato lo show, quindi ecco il nostro riassunto sui momenti più importanti. Magari sarà utile anche a lui.

Questa storia non c’entra niente con #MeToo

Alcuni osservatori hanno raccontato questa storia come se fosse parte dello scandalo sessuale di Hollywood, ma l’attrice ha rifiutato l’ipotesi. «Non ho mai detto di essere una vittima, e chi cerca di usarmi sta facendo un grave danno alle vere protagoniste del movimento», ha detto l’attrice. Tuttavia, la sua non è stata certo un’esperienza positiva: non voleva fare sesso con Trump, ma ha accettato per paura. «Pensavo fosse una cosa naturale, ero da sola nella stanza di un uomo. Una voce nella testa mi diceva: “Ti sei messa in una brutta situazione e ora succederanno cose brutte. Te la sei cercata”».

Sì, la pornostar l’ha sculacciato con una rivista (e in copertina c’era proprio lui)

Daniels ha confermato un’indiscrezione che circolava da tempo: la pornostar ha sculacciato Trump con una rivista, e il presidente era ritratto in copertina. Tutto è cominciato quando l’imprenditore ha cominciato a vantarsi del suo successo mostrando vari magazine. «Ma queste cose funzionano, per te?», gli ha chiesto l’attrice. «Mi ha guardato come se non capisse il riferimento. Poi gli ho detto: “Ti piace parlare di te stesso? Qualcuno ti dovrebbe sculacciare con quella rivista”». E così ha fatto: ha preso la rivista e ha detto a Trump di girarsi e abbassarsi i pantaloni. «Se li è tirati giù un pochino, e gli ho dato un paio di colpi», ha detto.

Trump ha detto che la ragazza somigliava a Ivanka

Daniels ha raccontato che Trump l’ha paragonata a sua figlia. «Mi ha detto: “Sei speciale, mi ricordi mia figlia… sei intelligente e bellissima, mi piaci. Mi piaci”».

Le ha offerto un ruolo in The Apprentice

«Mi ha detto: “Ho un’idea, bellezza – perché non partecipi alla trasmissione?”. Mi sono messa a ridere, gli ho spiegato che la NBC non avrebbe mai consentito a una pornostar di apparire su The Apprentice. Mi ha detto: “No, è per questo che funzionerà. Sarà uno shock per un sacco di gente, sei intelligente e non sapranno cosa aspettarsi”».

Trump le ha detto che lui e Melania dormono in camere da letto separate

Anderson Cooper ha chiesto alla pornostar di Trump e Melania. La pornostar ha detto di averne parlato, ma Trump non voleva rispondere alle sue domande. «Mi ha detto: “Si, non devi preoccuparti. Non facciamo… dormiamo in camere separate e cose del genere”».

L’ha incontrata nello stesso hotel dove ha molestato una concorrente di The Apprentice

Il secondo incontro tra Trump e Stormy Daniels è stato al Beverly Hills Hilton, e il presidente voleva parlare della sua apparizione nello show televisivo. Il racconto della Daniels è molto simile a quello di Summer Zervos, un’ex concorrente del programma che dice di essere stata molestata da Trump. «Si è seduto accanto a me e mi ha toccato i capelli, mi ha messo una mano sulla coscia. Parlava di quanto fosse stato bene durante il nostro primo incontro», ha detto la Daniels. «Io gli ho chiesto di dirmi del programma e mi ha detto: “Ci sono quasi, ti dico tutto tra una settimana”. A quel punto ho preso la borsetta e me ne sono andata».

Stormy Daniels ha ricevuto minacce

Nel 2011 la Daniels aveva accettato di raccontare la sua storia a In Touch, che le aveva offerto 15.000 dollari. Non è mai successo, e la Daniels ha detto che all’epoca un uomo l’ha minacciata di violenza fisica. «Ero nel parcheggio della mia palestra, andavo a un corso con mia figlia. Ero lì che preparavo la macchina, sai com’è con una bambina piccola», ha detto l’attrice. «Poi un uomo mi ha raggiunto e mi ha detto: “Lascia stare Trump. Dimenticati quella storia”. Poi ha guardato mia figlia e ha aggiunto: “Tua figlia è davvero una bella bambina. Sarebbe un peccato se succedesse qualcosa a sua madre”. Poi è andato via».

L’attrice dice di aver firmato il contratto solo per paura

I tabloid hanno contattato la Daniels una seconda volta, poco dopo la vittoria di Trump alle primarie del GOP. «Qualcuno aveva scoperto la storia, e avevo paura per l’incolumità della mia famiglia», ha detto l’attrice. «Non ho neanche negoziato. Ho accettato di firmare il contratto che mi hanno proposto gli uomini di Trump. Devo dire che mi hanno pagata davvero poco».

E lo stesso è successo con le lettere dove negava l’esistenza del contratto stesso
«Mi hanno detto che non avevo scelta… anzi, la frase esatta era: “Possiamo rendere la tua vita un infermo, in tanti modi diversi”».

Non sappiamo se l’attrice abbia prove – video, foto, email, sms – di quanto successo

Cooper ha chiesto alla Daniels se avesse prove della sua relazione con Trump: «Il mio avvocato mi ha detto di non parlare di queste cose», ha risposto l’attrice. Michael Avenatti, questo il nome del legale, poi ha pubblicato su twitter la foto di un CD, alludendo all’esistenza di alcune prove. Cooper ha chiesto all’avvocato di rispondere alle accuse di bluff: «Ti consiglio di chiedere a chi mi conosce bene… chiedigli se hanno mai scoperto un mio bluff».