Home Rolling Affairs News

Notte di terrore a Parigi. Cosa è successo

120 vittime in 6 attacchi terroristici avvenuti in contemporanea a Parigi. Aggiornamento: è arrivata una prima rivendicazione

Copertina di oggi dell'Èquipe

Copertina di oggi dell'Èquipe

Sui quotidiani francesi di sabato 14 novembre 2015 la parola più usata è “orrore”, alcuni scrivono “guerra”. Ieri sera Parigi è stata colpita da sei attacchi terroristi nell’arco di poche ore.

Un attacco è stato fuori dallo Stade de France, durante l’amichevole Francia – Germania , a cui stava assistendo anche il Presidente francese François Hollande. Le esplosioni si sono sentite anche in diretta durante il commento della partita. Il Presidente è stato fatto subito evacuare mentre il pubblico ha dovuto aspettare qualche ora prima di lasciare lo stadio.

Cinque attacchi sono avvenuti nella zona tra il 10mo e l’11esimo arrondissement: tra i ristoranti Le Carrillon e Le Petit Cambodge, in Rue Fontaine au Roi, al ristorante La Belle Equipe, in Boulevard de Voltaire e il più grave al Bataclan, una delle principali sale da concerto parigine. Alcuni superstiti che sono riusciti a uscire dalla sala hanno raccontato che durante il concerto degli Eagles of Death Metal si è sentito un primo colpo di arma da fuoco, poi gli attentatori hanno sparato alla cieca sulla folla, armati di kalashnikov.

Hanno tenuto in ostaggio i presenti e ucciso circa 80 persone – le stime non sono ancora ufficiali. La moglie del batterista Julian Dorio degli Eagles of Death Metal ha detto di aver parlato con il marito, sono riusciti a mettersi al riparo e stanno bene.

Tre attentatori si sono fatti esplodere prima che le forze dell’ordine potessero fermarli.Al momento risultano morti 8 attentatori, di cui 7 facendosi esplodere.In un discorso alla nazione immediatamente successivo agli eventi, il Presidente Hollande ha dichiarato lo stato d’emergenza, dando maggiori poteri ai prefetti.

Il Presidente Obama parla di attacco all’intera umanità. Alla mattina di sabato non ci sono ancora rivendicazioni. Alcuni sostenitori dello Stato Islamico hanno celebrato gli attacchi, ma nessuna dichiarazione di sostegno al momento può essere considerata ufficiale – nonostante sui quotidiani italiani si facciano molti riferimenti all’Is. Il Presidente François Holland in diretta televisiva questa mattina comunica 127 morti e numerosi feriti. Parla di un attacco terroristico organizzato, di jihadisti e di un atto di guerra.

U2, Coldplay e Simple Plan hanno temporaneamente annullato le loro date a Parigi. Chiusi i musei, annullati gli eventi sportivi in programma.

AGGIORNAMENTO 12.15: L’attentato è stato rivendicato in una nota attribuita allo Stato Islamico. La Francia è tra i principali target del gruppo terroristico a seguito della partecipazione alla guerra in Siria. L’attacco è stato portato avanti da 8 terroristi equipaggiati con cinture esplosive e armi automatiche.

AGGIORNAMENTO 19.00: Manifestazioni di cordoglio sono in atto a Parigi, Milano, Londra, Washington DC e molte altre città. Alle manifestazioni di Parigi sono stati allontanati gruppi islamofobi che chiedevano l’estradizione per i musulmani.Sono stati trovati un passaporto siriano e uno egiziano vicini ai corpi di due degli attentatori allo stadio, secondo un poliziotto uno di loro ha cercato di entrare nello stadio, ma una volta scoperto l’esplosivo ai controlli all’ingresso è fuggito attivando il detonatore fuori dalla struttura. Uno degli attentatori al Bataclan pare sia un ragazzo di 30 anni di nazionalità francese vicino all’Islam radicale. A Bruxelles sono stati effettuati “numerosi” arresti in un quartiere dove si suppone abbiano vissuto tre degli attentatori.Natalie Nougayrède del Guardian scrive che la Francia sta affrontando il suo 11 settembre.

AGGIORNAMENTO 15 novembre, 10.00: È stato pubblicato su YouTube un video girato durante il concerto degli Eagles of Death Metal in cui si sentono i primi spari all’interno del Bataclan.

Leggi anche