Kim Jong-un inaugura un festival di danza per celebrare il lancio di un missile | Rolling Stone Italia
Home Rolling Affairs News

Kim Jong-un inaugura un festival di danza per celebrare il lancio di un missile

È stata indetta per celebrare i successi militari della Corea del Nord, e si chiamerà “L’Esercito al Primo Posto”

Il leader nordcoreano Kim Jong-un è pronto a celebrare la festività nazionale denominata “L’Esercito al Primo Posto” con eventi di danza di massa e concerti all’aperto in tutta Pyongyang. Quest’anno le celebrazioni saranno volte, in particolare, a festeggiare il test missilistico degli scorsi giorni, acclamato da Kim Jong-un come “il più grande successo fra tutti i successi”.

Il missile, lanciato da un sottomarino attraccato a largo di Sinpo, ha percorso circa 500 chilometri in direzione della costa giapponese e, secondo le televisioni e i giornali di stato, dimostrerebbe gli enormi passi avanti compiuti nella ricerca tecnologica dall’esercito nordcoreano.

Immediata la risposta di Giappone e Corea del Sud, che hanno voluto condannare il lancio definendolo l’ultima di una serie di provocazioni, soprattutto guardando ai recenti test nucleari svolti in gennaio dalla Corea del Nord, ignorando i ripetuti ammonimenti della comunità internazionale e violando le normative poste dal consiglio di sicurezza Onu.

Tuttavia, pare che Kim Jong-un non sia particolarmente intimidito dagli avvertimenti ricevuti tanto che, dopo aver assistito entusiasta in prima persona al lancio da una base di osservazione assieme agli alti gradi dell’esercito, per celebrare il test andato a buon fine ha indetto feste e danze per tutto il paese tanto più che, proprio in questi giorni, cade la festività nazionale denominata “L’Esercito al Primo Posto”.

La ricorrenza celebra l’anniversario della politica Songun, istaurata nel 1960 dal padre dell’attuale leader, Kim Jong-il, che pone l’Esercito Popolare al vertice degli affari di Stato come priorità assoluta per la Corea del Nord.

La Corea del Nord non è nuova a eventi di questo genere, in cui le piazze più importanti del paese vengono adibite a palchi per festeggiamenti di massa – non si sa quanto spontanei – a ritmo di musiche e danze tradizionali.

Tuttavia, nonostante il clima di festa, in Corea del Nord la tensione resta alta a causa delle recenti minacce rivolte dal regime a Stati Uniti e Corea del Sud in seguito all’inizio delle esercitazioni militari svolte ogni anno dai due paesi nei territori sudcoreani; il lancio del missile sottomarino, infatti, rappresenta una risposta agli annuali lavori di difesa missilistica promulgati dalla Corea del Sud in collaborazione con l’esercito statunitense.

Nelle scorse settimane, portavoce dell’esercito della Corea del Nord, avevano dichiarato che qualora si mostrassero i segnali di un’imminente invasione da parte di Corea del Sud e Stati Uniti, i missili nordcoreani ridurranno “Seoul e Washington in un mucchio di cenere”.
Il portavoce del Dipartimento Di Stato statunitense ha in seguito esortato il governo di Pyongyang a “evitare una retorica che accresca ancor di più la tensione già presente nella regione”.