Jorit inaugura a Napoli il murales dedicato a Ilaria Cucchi

A 9 anni esatti dalla morte di Stefano Cucchi lo street artist ha dedicato un'opera alla sorella Ilaria Cucchi: "Per non dimenticare per far comprendere a tutti che anche la vita degli ultimi conta!"

Il murales di Jorit dedicato a Ilaria Cucchi


È stato inaugurato oggi, a 9 anni esatti dalla morte di Stefano Cucchi, il murales dedicato alla sorella Ilaria Cucchi dallo street artist partenopeo Jorit, dipinto nel quartiere di Arenella nei giorni in cui venivano diffuse le dichiarazioni del carabiniere Francesco Tedesco, che lo scorso 10 ottobre ha ammesso per la prima volta il pestaggio subito da Cucchi in caserma la notte del 15 ottobre 2009.

Il murales è stato realizzato con il supporto della cooperativa “La Locomotiva” cui hanno partecipato i ragazzi di alcune scuole a cui è stata affidata la scelta dei volti da ritrarre per “coinvolgere la comunità sui temi di giustizia, lavoro e pace”. All’inaugurazione, iniziata oggi alle 18, avrebbe dovuto partecipare anche Ilaria Cucchi, tuttavia bloccata da un’influenza, insieme al sindaco di Napoli Luigi De Magistris e all’assessore alle Politiche sociali, Roberta Gaeta.

Visualizza questo post su Instagram

Ilaria dipinto su muro all' Arenella,Napoli. Oggi 22 ottobre di 9 anni fa moriva Stefano Cucchi, Ilaria la sorella da allora lotta per ottene giustizia per il vile e criminale omicidio di Stefano, lotta ostacolata da pezzi deviati dello Stato. Ilaria è in nostro orgoglio nazionale la sua lotta è la lotta di tutti. "per non dimenticare per far comprendere a tutti che anche la vita degli ultimi conta! potrebbe accadere a chiunque, anche a te. PERCHE' CHI SBAGLIA NON PUO' ESSERE CHIAMATO A RISPONDERNE CON LA VITA" grazie all' associazione @lalocomotiva e al assessore alle politiche sociali Roberta Gaeta per aver reso possibile tutto questo e grazie a tutte le persone che sono passate per il supporto. #OrgoglioNazionale Today October 9 9 years ago Stefano Cucchi died, Ilaria the sister has since fought for justice for the cowardly murder of Stefano for which he still awaits truth and justice that have been hindered by devious parts of the state. Ilaria is in our national pride.

Un post condiviso da Jorit (@jorit) in data:

Durante la realizzazione del murales Jorit aveva subito le intimidazioni di un esponente dell’estrema destra, che aveva minacciato l’artista perché non portasse a termine il lavoro. A prendere le difese di Jorit erano stati gli stessi abitanti del quartiere, intervenuti allontanando l’uomo prima che la violenza verbale sfociasse in altro.

Lo scorso luglio Jorit era stato arrestato a Betlemme da parte di alcuni agenti israeliani mentre realizzava un murale che ritraeva Ahed Tamini, la 17enne palestinese divenuta simbolo della resistenza che in quei giorni veniva liberata dopo aver scontato 8 mesi di carcere per aver schiaffeggiato due soldati entrati con la forza in casa sua, nel villaggio di Nabi Saleh.