Il più bel documentario su Open Arms

Si chiama 'Astral' ed è stato girato dalla migliore produzione giornalistica spagnola, 'Salvados' di Jordi Évole.

Astral è una barca a vela di 30 metri costruita dagli anni ’70 ed è sempre stata usata come lussuosa imbarcazione da diporto. Fino a quando il suo proprietario, l’imprenditore italiano Livio Lo Monaco (re dei materassi del mercato spagnolo), ha capito che non poteva continuare a godersi la barca sapendo che c’erano così tante persone che rischiavano la vita in mare e l’ha donato alla ONG Proactiva Open Arms. Ci sono voluti oltre 300.000 euro, raccolti attraverso crowfunding, per montare tutti i necessari sistemi di navigazione e assistenza necessari per il suo nuovo compito di vigilanza e soccorso in mare.

Da quando si sono imbarcati all’inizio di luglio del 2016 nel Mediterraneo centrale, i membri dell’equipaggio di Astral (medici, volontari e soccorritori) ha salvato migliaia di persone al largo della costa libica, 1400 solo nel primo giorno. Il team del programma televisivo del canale La Sexta “Salvados”, diretto dal giornalista Jordi Évole, è salito a bordo di Astral a luglio 2016 per filmare la vita quotidiana degli operatori della ONG “Proactiva Open Arms” nella loro missione. E ha raccolto immagini e testimonianze straordinarie.

“Siamo soccorritori, salviamo vite sulle spiagge del nostro paese e un giorno appaiamo visto foto di bambini che muoiono sulle coste della Turchia e della Grecia e abbiamo deciso di dare una mano” spiega il presidente di Open Arms Óscar Camps nel documentario “Siamo stati a Lesbo, abbiamo visto morire molta gente, siamo stati testimoni di molti naufragi”.