Home Rolling Affairs News

Il candidato è nudo: in America sono apparse alcune statue di Trump senza vestiti (e altro)

The emperor has no balls è il titolo dell’opera creata dal gruppo di artisti anarchici Indecline, e non è l'unica loro opera a tema Trump

Per le strade del centro di cinque città americane sono apparse alcune statue raffiguranti il ‘super macho’ delle prossime elezioni presidenziali in una veste quanto mai insolita; The emperor has no balls è il titolo dell’opera creata dal gruppo di artisti anarchici Indecline, ovvero una statua di Donald Trump completamente nudo ma, come il titolo suggerisce, privo di attributi.

A New York, Los Angeles, San Francisco, Cleveland e Seattle in men che non si dica centinaia di persone hanno voluto immortalarsi nelle pose più improbabili accanto al “Tycoon desnudo”, la cui realizzazione è stata ispirata dalla fiaba di Christian Andersen I vestiti nuovi dell’imperatore, dove un sovrano vanitoso finisce per girare fra la gente totalmente nudo, credendo invece di indossare l’abito più prezioso mai realizzato.
«Che lo si voglia o no, Trump è diventato uno dei personaggi più influenti nella cultura moderna – ha riferito un portavoce anonimo di Indecline al Washington Post – e guardando alla Storia, in questo modo venivano celebrati e idolatrati personaggi del genere: con una statua».

Non è la prima volta che Indecline compie gesti provocatori simili al loro ultimo “Imperatore senza palle”: negli scorsi mesi la Walk of Fame di Hollywood era stata coperta dai nomi delle persone afroamericane uccise dalla polizia, mentre sempre il candidato repubblicano era stato raffigurato in versione sadomaso in “!RAPE TRUMP!”, un murales comparso a Tijuana sulla facciata della barriera che divide Stati Uniti e Messico, vero feticcio delle politiche sull’immigrazione proposte i campagna elettorale da Trump.
Ginger, l’artista di Las Vegas cui Indecline ha commissionato le cinque statue a grandezza naturale, ha condiviso su YouTube alcuni momenti della realizzazione delle opere, durata complessivamente cinque mesi: «se qualcuno guardasse la mia cronologia ne uscirebbe un po’ disturbato – ha detto – ci sarebbero così tante ricerche su Google per ‘sedere molliccio di uomo anziano’».
Infatti, mentre nel video di Famous un Trump senza veli era già stato rappresentato ma con fattezze verosimili, al contrario “The emperor has no balls” caricaturizza al massimo la figura del magnate, ritratto con al dito un anello massonico e dall’aspetto flaccido e “costipato”, come Ginger stesso ha voluto commentare.
Inoltre, a far ironia sulle ‘dimensioni’ della statua, ci ha pensato involontariamente l’ente responsabile dei parchi pubblici di New York, diramando tramite la CNN un comunicato in seguito alla rimozione dell’opera: «L’autorità dei parchi di New York ribadisce che niente può essere eretto nei parchi della città senza permesso, non importa quanto piccolo».

Leggi anche