Home Rolling Affairs News

Gabriele Micalizzi sta tornando in Italia

Il fotografo colpito in Siria, dopo l'operazione che gli ha salvato la vista, è in volo verso Milano, dove atterrerà nelle prossime ore

Gabriele Micalizzi, ferito in Siria, dove si trovava per un reportage

Sarà nelle prossime ore a Milano Gabriele Micalizzi, il reporter italiano ferito in territorio siriano l’11 febbraio scorso. Lo annuncia la Farnesina, secondo cui il fotografo è su un volo dell’Italian Air Force. 

34 anni, milanese, è stato colpito al volto da colpi di mortaio, mentre si trovava in un palazzo nella zona di Dayr az Zor, dove documentava l’offensiva curdo-araba, appoggiata dagli Stati Uniti, contro le ultime resistenze dell’Isis nel Paese mediorientale.

Dopo l’incidente è stato trasportato nell’ospedale militare di Baghdad. Grande è stata inizialmente la preoccupazione perché Micalizzi potesse perdere la vista, invece i medici che lo hanno curato sono riusciti a scongiurare il pericolo di danni permanenti a un occhio.

Micalizzi – fondatore del collettivo di fotografia Cesura Lab insieme a Luca Santese e Andrea Rocchelli, ucciso durante la guerra in Ucraina nel 2014 – è noto a livello internazionale per i suoi reportage di guerra. Ha scattato anche per Rolling Stone, compresa la cover story dedicata a Pierfrancesco Favino, sul numero di dicembre del nostro giornale. 

 

Leggi anche