Elon Musk cancella da Facebook le pagine di Tesla e Space X

L'imprenditore americano, provocato dai suoi follower e dal co-fondatore di WhatsApp, ha lasciato la piattaforma social in seguito allo scandalo sui dati personali.
Foto: Mark Seliger

Foto: Mark Seliger


Elon Musk come i Massive Attack: l’architetto del futuro lo stesso che ci ha deciso di cancellare le pagine Facebook di Tesla e Space X, la stessa cosa che ha fatto il duo di Bristol pochi giorni fa. Se non conoscete Musk, vi aiutiamo noi: è l’inventore del momento, e di recente ne avrete sentito parlare per l’operazione “cabrio nello spazio”, la macchina sparata in orbita con Bowie a tutto volume. A questo link, invece, trovate il nostro racconto della sua storia, delle sue ossessioni e dei suoi sogni.

Ma torniamo a Facebook: tutto è successo in seguito alla provocazione di Brian Acton, il co-fondatore di Whatsapp che di recente ha attaccato Mark Zuckerberg e la sua azienda, scrivendo su Twitter «è il momento di cancellare Facebook». Poi, punzecchiato dai suoi follower, è arrivato anche il turno di Musk. «Non sapevo che Space X avesse una pagina Facebook, la cancellerò», ha scritto. Ha mantenuto la promessa. Poi, rivolgendosi direttamente ad Acton, ha scritto: «Cos’è Facebook?».

Seguendo la logica il prossimo passo dovrebbe essere l’abbandono di massa da Instagram: il social “fotografico” è stato acquistato da Facebook Inc nel 2012, l’operazione costò circa un miliardo di dollari.

Leggi anche: