D’ora in poi il figlio dovrà assumere il cognome di entrambi i genitori | Rolling Stone Italia
Home Rolling Affairs News

D’ora in poi il figlio dovrà assumere il cognome di entrambi i genitori

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittime tutte le norme che attribuiscono automaticamente il cognome del padre ai figli, facendo definitivamente cadere un tabù che ha tenuto banco per lunghi anni

Foto di Christopher Furlong/Getty Images

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittime tutte le norme che attribuiscono automaticamente il cognome del padre ai figli, facendo definitivamente cadere un tabù che ha tenuto banco per lunghi anni, secondo alcune voci una sorta di discriminazione “codificata” e disancorata dalla realtà, associata a un retroterra maschilista che affonda le radici in una concezione di famiglia ormai anacronistrica, basata sulla potestà maritale.

Secondo la consulta, infatti, la regola che attribuisce in automatico il nome del padre è «discriminatoria e lesiva dell’identità del figlio; per tutelare il suo interesse, «entrambi i genitori devono poter condividere la scelta sul suo cognome, che costituisce elemento fondamentale dell’identità personale». La regola diventa che il figlio assume il cognome di entrambi i genitori, salvo che essi decidano, con un comune accordo, di attribuire soltanto il cognome di uno dei due.

Oggi cade dunque l’articolo 262 del codice civile, quello che detta le regole per il cognome da assegnare al figlio nato fuori del matrimonio, che stabilisce: «Il figlio assume il cognome del genitore che per primo lo ha riconosciuto. Se il riconoscimento è stato effettuato contemporaneamente da entrambi i genitori il figlio assume il cognome del padre».