Come ti frego Zuckerberg? Cambiando nome (legalmente) | Rolling Stone Italia
Home Rolling Affairs News

Come ti frego Zuckerberg? Cambiando nome (legalmente)

Jemma Rogers non si chiama più così. Ha fatto cambiare il suo nome in Jemmaroid Von Laalaa, lo stesso del suo profilo, per aggirare le nuove regole del sito

Niente nomi falsi. Mark Zuckerberg è sempre più rigido

Niente nomi falsi. Mark Zuckerberg è sempre più rigido

Vi cambiereste il nome per non darla vinta a Facebook?

Per salvaguardare il vostro soprannome, scelto apposta per il social network, dopo mesi e mesi di cambiamenti, vi fareste rifare tutti i documenti? Se la risposta è no (per tutti voi), sappiate che invece per qualcuno la risposta è sì.

Ad esempio, Jemmaroid Von Laalaa, al secolo Jemma Rogers. Che per fregare le rigide regole di Facebook sulla corrispondenza tra nome del profilo e nome reale ha deciso di rifarsi i documenti. Cambiando nome e facendosi chiamare Jemmaroid Von Laalaa.

Alla richiesta di Facebook di fornire dei documenti che la identificassero come la signorina Jemmaroid, aveva inviato i suoi veri documenti, chiedendo di poter mantenere il suo nome fake. La risposta è stata la chiusura del profilo, immediata.

In un’intervista al Telegraph, Jemmaroid dichiara come Facebook sia andato «sopra le righe, dovrebbero essere in grado di dire che il mio è un account reale ma con un nome falso, non riesco a credere di essere stata punita così».

La soluzione? Facile. Fare richiesta di un nuovo nome. I documenti sono arrivati e sono già stati mandati al customer care di Fb, che ha risposto con il più classico dei «Le faremo sapere».

«Se una vittima di abusi volesse avere Facebook, ma non volesse permettere alle persone di trovarla, perché non potrebbe avere uno pseudonimo? Facebook ha troppo potere, e in verità mi fa un po’ paura», continua Von Laalaa.

E voi, da che parte state?