Home Rolling Affairs News

A Roma è iniziato lo sgombero del Baobab, casa per centinaia di migranti

Da giorni il centro ospitava anche gli immigrati regolari, esclusi dagli istituti d'accoglienza dopo l'approvazione del decreto sicurezza. "Zone franche, senza Stato e legalità, non sono più tollerate", ha commentato Salvini.

Lo sgombero del Baobab. Foto via Twitter

Se ne parlava da qualche settimane ma oggi è arrivata l’ufficialità dello sgombero: questa mattina, infatti, i blindati delle forze dell’ordine si sono presentati davanti al Baobab, la struttura nei pressi della stazione Tiburtina che a Roma ospita centinaia di migranti. Diversi residenti sono stati caricati dagli agenti su due bus diretti all’ufficio immigrazione. Puntuale è arrivato via social il commento del ministro dell’Interno, Matteo Salvini : “Zone franche, senza Stato e legalità, non sono più tollerate. L’avevamo promesso, lo stiamo facendo. E non è finita qui. Dalle parole ai fatti”.

I primi a dare la notizia dello sgombero sono stati gli stessi attivisti del Baobab, “Il presidio è circondato da blindati, hanno chiuso i cancelli e non consentono a nessuno di entrare o uscire dall’area. Raggiungeteci”. La polizia è entrata nella struttura intorno alle 7 di questa mattina, svegliando i migranti che dormivano negli accampamenti di fortuna costruiti nelle ultime settimane dopo che il maltempo ha compromesso l’edificio centrale, facendoli uscire uno alla volta.

“Ci sono almeno un centinaio di persone delle quali il Comune non si è ancora fatto carico”, aggiungono da Baobab, da giorni casa anche per quegli immigrati regolari che, dopo l’approvazione del decreto sicurezza, si trovano a non avere più un tetto dopo che le prefetture hanno deciso di chiudere gli Sprar anche ai titolari di protezione umanitaria, riservando gli istituti d’accoglienza ai soli rifugiati.

“Dopo lo sgombero di stamattina un centinaio di persone rimarrà per strada. Ci auguriamo che il Comune si attivi per ricollocarli” ha ribadito il coordinatore di Baobab, Andrea Costa, aggiungendo: “È il 22esimo sgombero di questo campo, ma temo che questa volta sia la chiusura definitiva”.

“Le questioni sociali, a Roma, si risolvono così: polizia e ruspa. Il Campidoglio a 5 stelle non è diverso né dai precedenti, né dalla Lega. Una vergogna infinita per questa città” ha commentato la pagina twitter di Baobab Experience.

Leggi anche