Home Recensioni

The Mist: quando la benedizione di Stephen King non basta

L'adattamento del racconto del Re dell'horror non riesce a fare paura a nessuno

Un ridente paesino del Maine, dove tutti si conoscono e da cui nessuno fugge mai, un giorno viene avviluppato da una fitta nebbia, al cui interno succedono cose misteriose e cruente. Intrappolata dentro la propria città dall’inquietante fenomeno atmosferico, la comunità deve trovare un modo per sopravvivere.

Ma se il nemico più temibile fosse il vicino di casa? L’atmosfera apocalittica e la benedizione di Stephen King, che firma il racconto da cui è tratta la serie, dovrebbero bastare come garanzie. Invece condiscono solo l’ennesimo horror con personaggi piatti e interscambiabili, che non riesce davvero a fare paura a nessuno.

Leggi anche