Home Recensioni

La consacrazione di Tyler, The Creator

Ora Tyler non scherza più: con 'Flower Boy' ha finalmente trovato la sua dimensione definitiva

Ce ne ha messo di tempo, Tyler. Ce ne ha messo per prendere consapevolezza di se stesso, del suo talento e metterlo nero su bianco su un disco, scrivendo un lavoro che avesse valore musicale più
che cazzone.

Flower Boy è proprio quel lavoro: si stacca dall’hip hop in senso stretto, butta dentro ogni tipo di influenza black, pescando in quello che è successo negli ultimi 30 anni. È un disco che fa cambiare decisamente la percezione di Tyler, facendogli intraprendere una via che lo riavvicina al suo ex compare nei OFWGKTA, Frank Ocean.

Tell these black kids they could be who they are”, canta in Where This Flower Blooms. E sembra la frase perfetta da tatuarsi sia per lui che per la nuova generazione rap.

Leggi anche