Home Pop & Life

WMNS Together, un manifesto per un futuro al femminile

La campagna di AW Lab darà vita a uno spazio per dar voce alle giovani donne: "Vogliamo diventare un megafono. Non abbiamo obiettivo specifico se non sintetizzare i loro pensieri, disegnare insieme una nuova idea di mondo"

Le prime 6 firmatarie del manifesto di AW LAB. Da sinistra: Emma Allegretti, Rossella Fiamingo, Virgin & Martyr, Sofia Viscardi

Foto: AW LAB

Che sia per le manifestazioni sul cambiamento climatico o per le sfilate per i diritti delle minoranze, quest’anno i giovani di tutto il mondo hanno espresso in maniera inequivocabile la necessità di trovare spazi nuovi, luoghi d’aggregazione dove immaginare il mondo in cui intendono vivere. Nel caso delle giovani donne, questa necessità è ancora più urgente. Per questo, AW LAB – global retailer di sport-style, da sempre attento alle tendenze e alle necessità delle nuove generazioni – ha deciso di mettere in piedi un nuovo spazio di racconto.

“Oggi, con la velocità dei media e la situazione globale che affrontiamo, in un tempo in cui non smettiamo di combattere gli uni contro gli altri e uccidere il nostro pianeta, è fondamentale alzare i toni della discussione. Dobbiamo fare rumore, costringere i nostri governi a fare gli aggiustamenti necessari anche con azioni dal basso e collettive”, dice David Pujolar, general manager di AW LAB. “I recenti eventi di massa, come il movimento ambientalista, ci dimostrano che insieme possiamo sostenere cause in apparenza troppo grandi”.

In questo caso, l’idea di AW LAB si concretizzerà in un Manifesto, WMNS Together, costruito intorno alle parole chiave integrazione, diversità ed eguaglianza, che permetterà alle donne d’Europa di condividere valori, idee e suggestioni, così da costruire insieme una nuova idea di futuro.

Dal manifesto scaturiranno tre iniziative: una Call to Action rivolta alle donne europee, un Forum di discussione e una campagna, che darà spazio al Manifesto e alle sue idee. La Call to Action sarà presentata dalle prime 6 firmatarie del manifesto: Virgin & Martyr, fondatrici della piattaforma Instagram omonima dedicata alla diversità, la scrittrice Sofia Viscardi, la campionessa olimpica di scherma Rossella Fiamingo, l’illustratrice Emma Allegretti, la fotografa e youtuber Susana Ramirez e la campionessa di nuoto Ona Carbonell.

Sofia Viscardi

“La forza di questo progetto è che non ci aspettiamo nulla”, continua Pujolar. “Vogliamo semplicemente diventare il megafono della voce di queste donne. Non abbiamo obiettivo specifico se non quello di sintetizzare i loro pensieri, disegnare insieme una nuova idea di mondo pensato e realizzato dalle donne”.

Le esperienze e le riflessioni delle sei donne protagoniste della campagna verranno raccolte in un podcast, #WMNStogether, che accompagnerà il progetto fino a Forum vero e proprio, che si terrà a Milano il 5 ottobre. Per ulteriori informazioni, visitate il sito ufficiale.

Leggi anche