Home Pop & Life

Sono arrivati i nuovi emoji e finalmente anche gli italiani possono comunicare su internet

Perché c'è l'emoji "pinched fingers", il gesto con la mano che secondo gli americani è la parte più importante della comunicazione nel nostro paese

Ah, gli emoji. Quella specie di disegnini che usiamo per comunicare e che incidentalmente sono anche la prova della circolarità della storia visto che l’umanità è passata dai geroglifici alla parola scritta solo per tornare a dei geroglifici un po’ più carini. 

Ieri l’Unicode Consortium, che si occupa di fare gli emoji, ha annunciato un aggiornamento che introduce 117 nuovi emoji. Alcuni di questi cercano di superare gli stereotipi di genere – ci sono l’uomo con il velo da sposa, la donna in smoking, la bandiera transgender e l’uomo che allatta – mentre altri sono cibi: il bubble tea, la fonduta. 

Ma la cosa veramente innovativa è un’altra, che riguarda da vicino noi italiani.

Esatto: è l’emoji “pinched fingers”, il gesto con la mano che secondo gli americani è la parte più importante della comunicazione nel nostro paese – diventato tra l’altro anche un meme qualche tempo fa. 

Perfetto quindi. Finalmente c’è un emoji che ci permette di far passare nella comunicazione scritta tutte le sfumature di significato della nostra bellissima lingua e cultura, che prima andavano irrimediabilmente perse. Ora anche gli italiani possono comunicare su internet.