Home Pop & Life

Rolling Stone e AW Lab presentano ‘Louder’: scriviamo insieme la colonna sonora del Pride

Da Madonna a George Michael, fino agli italiani Achille Lauro e Myss Keta, sono moltissimi gli artisti che hanno celebrato la diversità con la musica: queste storie sono nella nostra nuova playlist, a cui potete collaborare tutti

Da Gloria Gaynor a Dua Lipa, da George Michael ad Achille Lauro fino a Chadia Rodriguez e Myss Keta: nel corso della storia della musica sono tantissimi gli artisti che hanno dato voce alla diversità, riuscendo nel frattempo a fare la storia del pop e scalare le classifiche.

Il Pride è l’occasione perfetta per ripercorrere questa storia e celebrare questi artisti e le storie che hanno messo in musica: per questo, Rolling Stone e AW Lab presentano il progetto Louder: una playlist interamente dedicata al Pride, aperta al contributo di tutti voi. È un viaggio attraverso gli artisti più iconici della storia del pop, dagli anni ’70 a oggi, per raccontare come il linguaggio universale della musica abbia contribuito a dare voce e visibilità alle tantissime sfaccettature dell’umanità.

Il viaggio inizia nel 1978, l’anno di I Will Survive di Gloria Gaynor e YMCA dei Village People, continua negli anni ’90 con Vogue di Madonna e Freedom ’90 di George Michael e arriva fino ai giorni nostri, con Lady Gaga, Dua Lipa e Janelle Monáe. Non mancano neanche gli artisti italiani, rappresentati da Chadia Rodriguez, Sam&Stènn, Populous, Myss Keta e Achille Lauro. Che cosa rappresentano queste canzoni per voi? Ce ne sono altre che volete raccontarci? Seguiteci su Instagram e scriviamo insieme la colonna sonora del Pride 2020.