‘The Artist is Present’, again: Marina Abramović in aiuto dell’Ucraina | Rolling Stone Italia
Home Pop & Life News

‘The Artist is Present’, again: Marina Abramović in aiuto dell’Ucraina

L'artista serbo-americana ha deciso di eseguire la sua famosa performance per raccogliere fondi a sostegno delle vittime della guerra

Foto via Getty

«Sono nata in Jugoslavia, un Paese che ha prosperato sotto le culture dell’ovest e la Russia dell’est. Negli ultimi anni ho lavorato in Ucraina e ho conosciuto le persone lì. Sono orgogliose, sono forti e sono dignitose. Sono in piena solidarietà con loro in questo giorno impossibile. Un attacco all’Ucraina è un attacco a tutti noi. È un attacco all’umanità e deve essere fermato». Così Marina Abramović ha commentato l’invasione dell’Ucraina da parte delle forze armate russe, iniziata lo scorso 24 febbraio.

Non stupisce, quindi, che abbia deciso di contribuire alla causa: l’artista serbo-americana ha infatti deciso di eseguire la sua famosa performance The Artist is Present per raccogliere fondi a sostegno delle vittime della guerra, mettendo all’asta i posti di coloro che le si siederanno davanti e impiegando i proventi a favore di Direct Relief per l’Ucraina.

Per chi negli ultimi anni fosse vissuto in una caverna: questa performance, che ancora a distanza di anni vive di un successo fresco e fa parlare di sé, prevede che l’artista sieda in silenzio, rimanendo il più possibile immobile davanti a una sedia vuota che via via, nel tempo, viene occupata dai visitatori.

Altre notizie su:  Marina Abramovic