Scott Patterson ricorda di essersi sentito oggettificato durante ‘Una mamma per amica’: «Mi ha fatto incazzare» | Rolling Stone Italia
Home Pop & Life News

Scott Patterson ricorda di essersi sentito oggettificato durante ‘Una mamma per amica’: «Mi ha fatto incazzare»

Il motivo scatenante? La scena di un episodio della terza stagione, in cui Lorelai e Sookie discutono animatamente del sedere di Luke

Scott Patterson e Lauren Graham in 'Una mamma per amica'

Foto: Netflix

Oggettificati di tutto il mondo, unitevi! Scott Patterson – il proprietario della tavola calda Luca Danes in Una mamma per amica – durante l’ultima puntata di I Am All In, il suo podcast in cui rivisita la serie della creatrice Amy Sherman-Palladino, ha discusso dell’episodio della terza stagione intitolato Keg! Massimo! andato in onda nell’aprile 2003.

In particolare, l’attore si è concentrato su una scena dove Lorelai Gilmore (Lauren Graham) e la sua collega Sookie St. James (Melissa McCarthy) discutono animatamente del sedere di Luke, dopo che Sookie aveva accidentalmente messo una mano proprio sul suo didietro.

«Mi sono reso conto che non andava bene e la cosa non mi ha fatto sentire per niente a mio agio. Anzi, in realtà mi ha fatto sentire davvero in imbarazzo. È irritante essere trattati in quel modo perché sei alla stregua di un oggetto. È inquietante, ed è disgustoso, e ho dovuto sopportarlo per tutta la scena e per molte riprese. Tutto riguardava il sedere, il sedere, il sedere, il sedere. Quando non stavamo girando ed eravamo seduti, la gente parlava ancora del sedere, del sedere, del sedere. È stato il momento più inquietante che abbia mai trascorso su quel set e non vedevo l’ora che quel giorno finisse».

Patterson, noto anche per essere apparso nel franchise di Saw , ha ricordato che è stato particolarmente difficile filmare l’episodio di fronte agli altri membri della crew e del cast, poiché temeva che quella scena si sarebbe portata via la dignità del suo personaggio. All’epoca, Luke aveva una relazione con Nicole (Tricia O’Kelley), anche se in seguito avrebbe sposato Lorelai: «È disgustoso per le donne oggettificare gli uomini, come lo è per gli uomini. Solo perché era il 2003 non significa che fosse ok. Non è mai ok, non mi sentivo a mio agio nel farlo, e mi ha fatto incazzare. E non ho mai detto niente, quindi ero arrabbiato con me stesso per aver taciuto. Ma avevo questo lavoro e non volevo fare scalpore e tutto il resto».

Altre notizie su:  lauren Melissa McCarthy